Martedì, 28 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Uccide i figli di 15 e 13 anni e si suicida, la moglie lo aveva denunciato
LA TRAGEDIA

Uccide i figli di 15 e 13 anni e si suicida, la moglie lo aveva denunciato

Nelle prossime ore sarà l’autopsia a dire se Pontin avesse assunto farmaci o droghe
suicidio, Sicilia, Cronaca
Alessandro Pontin, 49 anni in una foto tratta dal suo profilo facebook

Alessandro Pontin, il 49enne di Trebaseleghe (Padova) che ieri ha ucciso i figli a coltellate togliendosi poi la vita, era stato denunciato dalla moglie a maggio, perché non pagava gli alimenti sanciti con il divorzio. L’uomo, che faceva il falegname, aveva avuto qualche difficoltà lavorativa, e il Covid-19 non aveva fatto altro che peggiorare la sua situazione economica. Tuttavia ad agosto era riuscito a racimolare qualche risparmio e a saldare il conto in sospeso con la moglie; per questo lei aveva ritirato la querela, e come conseguenza la Procura di Padova aveva archiviato il caso.

Il gesto dell’uomo - secondo quanto accertato dagli inveatigatori - non sarebbe tuttavia collegato a una vendetta nei confronti dell’ex moglie. Sembra che i rapporti tra i due fossero buoni; la separazione, avvenuta oltre 10 anni fa, era stata consensuale, e ai Carabinieri la donna non aveva raccontato di particolari tensioni tra loro. Una delle ipotesi sulle cause del delitto è che l’uomo avesse litigato con i due ragazzi, o a che ad armare la sua mano sia stata una depressione mai diagnosticata o compresa da chi gli stava vicino. A trovare i tre corpi nell’abitazione, in una pozza di sangue, è stato il fratello dell’uomo, che lo aspettava assieme ai nipoti per il pranzo.

Nelle prossime ore sarà l’autopsia a dire se Pontin avesse assunto farmaci o droghe, anche se nell’abitazione non è stato trovato nulla di sospetto. Nella casa dell’omicidio è stato trovato un biglietto in cui l’uomo chiedeva di non fare il funerale e di disperdere le sue ceneri. La comunità di Trebaseleghe ha messo le bandiere a lutto. La sindaca Antonella Zoggia ha chiesto ai cittadini di esporre un lume alla finestra delle abitazioni, in segno di preghiera e raccoglimento per i due ragazzi.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook