Giovedì, 29 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Trattativa Stato-mafia, agenda rossa e P2: le verità nella "puntata storica” di Report
ALLE 21,30

Trattativa Stato-mafia, agenda rossa e P2: le verità nella "puntata storica” di Report

Il conduttore svela: “C'è un filo che collega la strage di Bologna a quelle del 92 -94”

«Una puntata storica per Report». Lo Sigfrido Ranucci, conduttore della nota trasmissione Rai. La puntata, in onda questa sera alle 21.10 su Rai 3, traccia e descrive tutti i principali spunti investigativi che identificano le deviazioni dello Stato nella stagione stragista e ciò che successivamente è emerso nella cosiddetta “trattativa” fra pezzi dello stato e la mafia.

Un filo collega la strage di Bologna a quelle del 92 -94

«C'è un filo che collega la strage di Bologna a quelle del 92 -94. Approfondiremo il ruolo nelle stragi della P2 dei servizi di sicurezza, della destra eversiva e di Cosa Nostra - spiega Ranucci - e tutte le novità investigative che hanno portato negli ultimi 27 anni per ben tre volte a indagini nei confronti di Silvio Berlusconi e Marcello Dell’Utri per il reato di concorso in strage. Le prime due archiviate, l’ultima ancora in corso presso la procura di Firenze».

"Diversi incontri fra Graviano, Berlusconi e Dell’Utri"

Ed è proprio sul caso che Report manderà in onda un’intervista esclusiva a Salvatore Baiardo, favoreggiatore della latitanza dei Graviano che, dopo pochi anni di carcere, è libero. «Baiardo ci rivela che ha partecipato a diversi incontri fra Graviano, Berlusconi e Dell’Utri. E ci dice che i primi risalgono al '91, spiegando con precisione dove si incontrassero. Baiardo parla anche dei soldi che i Graviano avrebbero dato a Dell’Utri e Berlusconi, anche per appoggiare il progetto politico, già a partire dal febbraio-marzo del 1992».

L'agenda rossa

E ancora. Si parlerà dell'agenda rossa sparita dal luogo della strage il 19 luglio 1992 e appartenente a Paolo Borsellino. «L'agenda è in più mani», rivela sempre Baiardo alla trasmissione Rai, «non solo, come si presume, Graviano e Messina Denaro. Quell'agenda interessava anche ad altre persone. C'è stato un grosso incontro a Orte per quell'agenda rossa. Un grosso incontro». Precisando infine di «averla vista» anche lui.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook