Domenica, 24 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Anziana vince 500mila euro con Gratta e vinci a Napoli, ma tabaccaio ruba il biglietto e fugge
CACCIA ALL'UOMO

Anziana vince 500mila euro con Gratta e vinci a Napoli, ma tabaccaio ruba il biglietto e fugge

Napoli, cliente denuncia a Cc. Chiesto blocco tagliando

Anziana vince 500mila euro con Gratta e vinci a Napoli, ma tabaccaio ruba il biglietto e fugge.

Una anziana si reca in tabaccheria, acquista un Gratta e vinci e quasi non crede ai suoi occhi: le sembra di aver vinto 500mila euro ma non ne è sicura, quindi chiede conferma ai gestori. Un giovane impiegato prende il biglietto, lo controlla, poi lo passa a uno dei titolari: costui intasca il tagliando da mezzo milione, si infila il casco e fugge in scooter. Ha quasi dell’incredibile quanto accaduto a Napoli, nel centralissimo quartiere Stella: la donna ha denunciato tutto ai carabinieri, che stanno cercando il fuggitivo. Immediata conseguenza è stata la richiesta, ai Monopoli di Stato, di bloccare tutti i Gratta e Vinci del blocchetto da cui proveniva quello superfortunato. Non esistono infatti fotocopie del tagliando da 500mila euro, quindi non è possibile sapere con certezza quale sia il suo numero di serie. L’anziana cliente, a quanto pare frequentatrice abituale della tabaccheria, venerdì mattina aveva acquistato due tagliandi.

Con il primo non aveva vinto nulla, il secondo nascondeva il tesoretto. Ma la signora non avrebbe mai pensato di vederselo portare via sotto il naso. Ai carabinieri la donna ha riferito che il commesso ha fatto in tempo a controllare la validità della vincita, passando il tagliando nell’apposita macchinetta di verifica; poi il Gratta e vinci è finito nelle mani di uno dei titolari, e si è scatenato il parapiglia. Stamane, davanti alla tabaccheria, un inevitabile assembramento di cronisti e macchine fotografiche. I familiari del denunciato negano l’accaduto, ma del tabaccaio in fuga nessuna traccia.

I colleghi dei negozi vicini sono sicuri che tornerà e restituirà tutto, «è una famiglia di brave persone». Intanto però l’anziana giocatrice vive ore d’angoscia, preparandosi a una battaglia legale, se necessario, per poter dimostrare la sua effettiva titolarità del premio e riscuotere la vincita. Anche un attento conoscitore della vita napoletana come l'attore Patrizio Rispo, da 25 anni tra i protagonisti della soap più longeva della tv italiana, «Un posto al sole», si confessa stupito da una vicenda del genere. «E' una storia che vedrei bene in un film, diciamo una commedia con Renato Pozzetto, ovviamente con un lieto fine e la restituzione del biglietto alla legittima proprietaria». «Non so - riflette - cosa possa essere passato per la mente del tabaccaio, che in pratica ha firmato un furto con il suo nome e cognome davanti a testimoni. E’ stato un gesto folle, ha evidentemente perso la testa. Gli direi di tornare subito e consegnare il maltolto dicendo "scusatemi, ero fuori di me"». Agli appassionati di teatro il caso ricorderà una delle commedie più famose di Eduardo De Filippo, «Non ti pago!», che Sergio Castellitto porterà in autunno su RaiUno in una nuova versione televisiva. Nel testo, il proprietario di una ricevitoria del lotto si impossessa di un biglietto giocato da un suo dipendente, il quale ha centrato una quaterna milionaria. Biglietto che viene restituito al legittimo proprietario dopo tempo e peripezie: l’anziana napoletana si augura invece che la sua storia possa concludersi molto più in fretta, oltre che bene.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook