Giovedì, 26 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Covid, in Austria "no vax" in lockdown da lunedì. E in Italia? "Non si può escludere"
LA POSIZIONE

Covid, in Austria "no vax" in lockdown da lunedì. E in Italia? "Non si può escludere"

In Austria da lunedì scatterà il primo lockdown per chi non è immunizzato, che non solo non potrà recarsi in alcun posto pubblico al chiuso, ma neanche utilizzare gli impianti sciistici
coronavirus, no vax, Sicilia, Cronaca
Vienna, Austria

L'Europa stringe la morsa intorno ai no vax. In Austria da lunedì scatterà il primo lockdown per chi non è immunizzato, che non solo non potrà recarsi in alcun posto pubblico al chiuso, ma neanche utilizzare gli impianti sciistici, mentre i contagi raggiungono i diecimila in 24 ore.

La Germania, con 37.120 contagi giornalieri ieri, annuncia la terza dose per tutti. Con gli ospedali sotto pressione, il presidente della Turingia minaccia di non curare chi rifiuta di vaccinarsi.

Intanto in Italia i governatori iniziano ad esprimersi sul tema: "I contagi aumentano ma non aumentano in modo preoccupante i posti letto occupati in terapia ordinaria e intensiva. Questo è il risultato di una campagna vaccinale molto performante. Sulla terza dose lavoriamo con la stessa determinazione. Questa sarà l’ultima fase, la via d’uscita". Così Alberto Cirio, presidente della regione Piemonte, in merito all’aumento dei positivi registrato nelle ultime ore, parlando a margine del forum della piccola impresa in corso ad Alba.

"Lockdown a non vaccinati? Non escludo nulla, perchè la pandemia ci ha insegnato che dobbiamo dare il massimo e poi muoverci sulla base degli indicatori scientifici. Le regole sono la via d’uscita, per metterci il virus alle spalle" aggiunge riferendosi a quanto deciso ieri dal governo austriaco.

"In Piemonte stiamo utilizzando un metodo molto pratico e utile. Facciamo le chiamate, dando 15 giorni alle persone per scegliere il giorno della vaccinazione. La macchina è talmente rodata, che con gli attuali hub siamo in grado di affrontare la terza dose, ma siamo pronti come sempre ad aprirci, allargare e intensificare. Porteremo la terza dose alle persone, e non le persone alla terza dose, comprese le farmacie" conclude.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook