Venerdì, 03 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Due aggressioni nella notte a Milano: rapinati cinque giovani, la movida è un incubo
ALCUNI FERMATI

Due aggressioni nella notte a Milano: rapinati cinque giovani, la movida è un incubo

Ancora una notte di violenza nelle vicinanze di zone di movida a Milano con due rapine con altrettante aggressioni nella notte, a distanza di poche ore l'una dall’altra. La prima in ordine di tempo è avvenuta intorno alle 2.30 di notte in via Segantini, a poche centinaia di metri da via Gola, in zona Navigli. Le vittime sono due ragazzi di 27 e di 28 anni, presi a calci e pugni sull'addome, dopo essere stati costretti a scendere dall’auto sulla quale viaggiavano da un gruppo di ragazzi che aveva occupato la strada.

Con loro, a bordo della macchina, c'erano anche due ragazze che fortunatamente non sono rimaste coinvolte nell’aggressione. Il loro contributo però è stato fondamentale per rintracciare almeno due degli autori dell’assalto, perché sono riuscite a fornire una descrizione efficace agli investigatori della polizia di Stato. Stando a quanto ricostruito, i due giovani, trovando la strada occupata, sono scesi dall’auto per convincere il gruppo a spostarsi. A quel punto sono stati travolti dai colpi del gruppo che è riuscito a portare via un braccialetto ad uno dei due. Anche l’auto è stata presa d’assalto, colpita sulle portiere e sul finestrino. Sul posto è subito intervenuta una Volante della Polizia di Stato. La presenza degli agenti ha fatto allontanare gli aggressori, due dei quali sono stati poi rintracciati nelle vie intorno al luogo della rapina. Si tratta di un italiano di 19 anni e di un brasiliano di 25 anni, ed entrambi sono stati indagati per rapina in concorso. I due giovani aggrediti sono stati trasportati in ambulanza in codice verde all’ospedale Policlinico di Milano: il 28enne ha riportato 30 giorni di prognosi, il più giovane ha avuto 5 giorni.

Sempre la scorsa notte, intorno alle 4.15, tre giovanissimi sono stati aggrediti e rapinati di un telefono cellulare da un gruppo di minorenni, due 17enni di cui un italiano e un marocchino e una 16enne italiana, questa volta in zona Porta Venezia. Le tre vittime, tutte diciottenni, hanno raccontato che un gruppo composto di tre ragazzi li ha avvicinati con la scusa di chiedere una sigaretta. Li avrebbero invece malmenati, prendendoli a calci e pugni. Fortunatamente due delle vittime sono riuscite a divincolarsi e a scappare prendendo direzioni diverse. Uno ha raggiunto via San Pietro all’Orto dove è riuscito a parlare con gli agenti della Polizia che si è immediatamente messa sulle tracce dei giovani. Dopo avere identificato la ragazza di 16 anni, che è stata ritrovata in possesso del telefono cellulare di una delle vittime, sono riusciti a rintracciare anche gli altri due. Tutti e tre sono stati indagati per rapina e lesioni in concorso.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook