Venerdì, 01 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reddito di cittadinanza, Rosato: dal 15 giugno raccolta firme per abolirlo
ITALIA VIVA

Reddito di cittadinanza, Rosato: dal 15 giugno raccolta firme per abolirlo

Rosato: "Dal 15 giugno partiamo per la raccolta di firme per l’abolizione del reddito di cittadinanza. Strumento sbagliato, va riscritto tutto. Siamo al paradosso che spendiamo un sacco di soldi ma ci sono poveri senza aiuto, disoccupati senza proposte di lavoro, aziende senza lavoratori, più lavoro nero"

«Dal 15 giugno partiamo per la raccolta di firme per l’abolizione del reddito di cittadinanza. Strumento sbagliato, va riscritto tutto. Siamo al paradosso che spendiamo un sacco di soldi ma ci sono poveri senza aiuto, disoccupati senza proposte di lavoro, aziende senza lavoratori, più lavoro nero. Ci vogliono più soldi per la lotta alla povertà, risorse direttamente alle aziende che assumono, più soldi in busta paga a chi lavora». Lo scrive sui social il presidente di Italia Viva Ettore Rosato.

Inps: ad aprile 1,19 mln famiglie con Rdc, 561 euro medi

Ad aprile 2022, i nuclei beneficiari di Reddito e Pensione di Cittadinanza sono stati 1,19 milioni in totale (quasi 1,09 milioni RdC e 103mila PdC), con 2,65 milioni di persone coinvolte e un importo medio erogato a livello nazionale di 561 euro. Lo rileva l’Inps nell’Osservatorio sul Reddito di cittadinanza sottolineando che nel mese la spesa è stata di 668 milioni di euro. La gran parte delle famiglie risiede al Sud e nelle Isole con 783.924 nuclei e 1.851.446 persone coinvolte (590,61 l’importo medio in queste Regioni).

Una platea di 2,31 milioni di cittadini italiani

La platea dei percettori di reddito e di pensione di cittadinanza - sottolinea l’Inps - è composta da 2,31 milioni di cittadini italiani, 238mila cittadini extra comunitari con permesso di soggiorno UE e quasi 90mila cittadini europei. Per i nuclei con presenza di minori (oltre 392mila, con 1,44 milioni di persone coinvolte), l’importo medio mensile è di 687 euro, e va da un minimo di 589 euro per i nuclei composti da due persone a 745 euro per quelli composti da cinque persone. I nuclei con presenza di disabili sono quasi 207mila, con oltre 482mila persone coinvolte. L’importo medio è di 492 euro, con un minimo di 379 euro per i nuclei composti da una sola persona a 707 euro per quelli composti da cinque persone. La distribuzione per aree geografiche relativa vede 450mila beneficiari al Nord (in 231.508 famiglie) , 348mila al Centro (in 175.952 famiglie) e 1,85 milioni nell’area Sud e Isole ( in 783.924 famiglie). Nella sola provincia di Napoli ci sono 170.649 famiglie con il Reddito o la Pensione di cittadinanza per 454.562 persone coinvolte. Nel corso del primo quadrimestre, le revoche hanno riguardato circa quasi 24mila nuclei e le decadenze sono state oltre 158mila.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook