Sabato, 10 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Neonata morta nel Sassarese: indagati la madre, i nonni e la zia
A BURGOS

Neonata morta nel Sassarese: indagati la madre, i nonni e la zia

Lunedì la Procura conferirà l’incarico per l’autopsia che dovrà stabilire le cause del decesso avvenuto dopo 5 giorni
burgos, neonata, sassari, Sicilia, Cronaca
Ospedale Santissima Annunziata di Sassari

Svolta sulla morte della neonata di Burgos deceduta ad appena 5 giorni. Questa mattina il sostituto procuratore di Nuoro, Giorgio Bocciarelli, ha iscritto nel registro degli indagati la madre 28enne della piccola e i suoi familiari, i genitori e la sorella, presenti nell’abitazione dove è stato rinvenuto il cadavere della bimba.

L'ipotesi di reato al momento è abbandono di incapace. Tutti gli indagati saranno convocati formalmente dal pm nei prossimi giorni. Lunedì invece la Procura conferirà l’incarico al medico legale di Cagliari, Alberto Chighine, per l’autopsia. L’esame verrà effettuato nell’istituto di patologia forense dell’ospedale Santissima Annunziata di Sassari, dove è stata trasferita la salma della neonata. I risultati dell’autopsia saranno determinanti per stabilire l’esatta causa della morte della piccola e serviranno agli inquirenti per valutare l’eventuale aggravamento delle ipotesi di reato. Dagli elementi raccolti dagli inquirenti, non risultano segni esteriori evidenti di percosse sulla giovane mamma, ma questa pista non viene comunque esclusa a priori. Le indagini continuano però a concentrarsi sull'ipotesi iniziale, cioè che la neonata sia morta di malnutrizione o inedia.

Intanto, continuano senza sosta le indagini: la bambina è stata partorita in casa dalla madre, ma ancora non sono chiare le cause e l’esatta data del decesso. Il cadavere della piccola è stato rinvenuto dai carabinieri di Bono, guidati dal capitano Davide Masina, nel pomeriggio di venerdì. I militari sono arrivati nell'abitazione insieme al 118 dopo che la famiglia della giovane aveva richiesto l’intervento dei soccorsi. La Procura territoriale di riferimento è quella di Nuoro.

Il sindaco Tilocca: "Profondo sconcerto"

«In questo momento, come primo cittadino e anche come compaesano di questa famiglia - dice all’Ansa il sindaco Leonardo Tilocca  posso soltanto esprimere profondo sconcerto. Tutta la cittadinanza è sconvolta per questo episodio. Credo che il nostro compito ora sia quello di stare vicini alla famiglia». Il ritrovamento del corpo senza vita della bimba, morta dopo che la madre 28enne l’aveva partorita in casa, ha lasciato tutti senza parole. «Siamo una piccola comunità - riprende il sindaco - e quindi ci conosciamo tutti. Nessuno si poteva immaginare una cosa simile, tra l’altro stiamo parlando di una famiglia economicamente a posto, non hanno necessità di nulla, ma di quello che accade all’interno delle mura domestiche molte volte si viene a saperlo soltanto a fatti accaduti».
Il primo cittadino è riuscito a parlare col padre della 28enne, il nonno della neonata. «Stamattina sono riuscito a parlargli - racconta - e a parte lo stato d’animo che tutti possono immaginare, mi ha detto che almeno fisicamente stanno tutti bene. Ora mi confronterò con gli assistenti sociali - annuncia il sindaco - e per quanto riguarda quello che rientra nelle nostre mansioni posso dire che faremo tutto il possibile affinché questo dolore venga attutito in qualche modo. Dobbiamo dimostrare affetto a questa famiglia e faremo tutto il necessario. Viviamo tutti questo dramma, c'è una famiglia distrutta e anche una vita che purtroppo non c'è più. Non sarà facile dimenticare e andare avanti - confessa -, ma noi staremo vicini a questa famiglia per aiutarla a superare questo bruttissimo momento».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook