Sabato, 28 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Meteo: allerta arancione in Sicilia. Attesi nubifragi e alluvioni
LE PREVISIONI

Meteo: allerta arancione in Sicilia. Attesi nubifragi e alluvioni

Allerta arancione in Sicilia: così è stata valutata dal Dipartimento della Protezione Civile per oggi in Italia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, attività elettrica e forti raffiche di vento. Secondo le previsioni disponibili, un’area di bassa pressione posizionato sulle Baleari, progredirà rapidamente verso il canale di Sardegna e lo stretto di Sicilia, portando condizioni di spiccata instabilità, a partire dalla sera di oggi, sulle due isole maggiori, e in successiva estensione, fra la serata di domani e la giornata di dopodomani, verso le aree ioniche della penisola.

In Sicilia l'allerta meteo arancione diramata per oggi ha come conseguenza la chiusura dei plessi scolastici in diversi Comuni della zona ionica del Messinese in seguito all’avviso emanato dalla Protezione civile regionale che ha attivato la fase operativa di preallarme per il rischio meteo-idrogeologico e idraulico. Diversi sindaci hanno deciso di chiudere i plessi scolastici che ricadono nel proprio territorio comunale. Scuole chiuse a S. Teresa di Riva, Furci Siculo, Roccalumera, Nizza di Sicilia, Alì Terme, Letojanni, Limina e S. Alessio Siculo.

Allerta meteo per le Regioni meridionali: dopo un lunedì di tregua dalle piogge, nel corso di martedì l’ennesimo ciclone piomberà infatti sull'Italia. Il vortice giungerà sul Mediterraneo dal golfo del Leone, quindi raggiungerà velocemente la Sardegna, la Sicilia e attraverserà tutto il Sud. Nubifragi e alluvioni lampo potranno colpire le Regioni del Sud inclusa la Campania.

E’ la previsione di Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it. «Il tempo è previsto in peggioramento sulle Isole Maggiori e in spostamento verso la Calabria, la Basilicata, la Campania e la Puglia. Piogge abbondanti e anche sotto forma di nubifragio o alluvione lampo - afferma Sanò - potranno colpire tutte queste Regioni, ma in particolar modo i settori ionici. Il rischio idrogeologico sarà da considerare alto». Piogge sono attese anche al Nord, ma in genere di debole intensità. Il transito del ciclone nella giornata di mercoledì causerà ancora piogge al Sud, ma pure sulle regioni adriatiche centrali dove sugli Appennini tornerà a cadere la neve di poco al di sopra dei 1100 metri. La settimana però non sarà solo contraddistinta dal passaggio del ciclone, ma anche da un clima decisamente più freddo; infatti nel weekend appena passato hanno iniziato ad affluire venti via via più freddi dai Balcani. Le temperature di conseguenza tenderanno a diminuire su tutte le regioni, soprattutto di giorno quando al Nord difficilmente si raggiungeranno valori a due cifre, se non in Liguria, al Centro di poco sopra i 12°C e al Sud sempre sotto i 17°C. I valori termici, dopo quasi un anno, andranno sotto la media del periodo un pò ovunque.

Nel dettaglio: Martedì 29. Al nord: pioggia debole in pianura, nevicate in montagna. Al centro: peggiora in Sardegna, piogge in arrivo sulle Adriatiche. Al sud: diffuso maltempo dalla Sicilia verso la Calabria. Mercoledì 30. Al nord: nubi irregolari. Al centro: piogge sulle Adriatiche. Al sud: piogge diffuse con locali temporali. Tendenza: da Venerdì perturbazione al Nord e poi al Centro con nevicate a bassa quota sulle Alpi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook