Lunedì, 19 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
L'ULTIMA AVVENTURA

«Ho chiuso col commissario Ricciardi», l'intervista allo scrittore Maurizio de Giovanni

di
commissario ricciardi, Il pianto dell'alba, Maurizio de Giovanni, Sicilia, Cultura
Maurizio De Giovanni

Ha sempre attraversato l'opacità del mondo con il senso del dolore, ma anche con una profonda capacità “karamazoviana” di comprendere contraddizioni e fragilità dell'umano, e di guardare l'abisso, il commissario Luigi Alfredo Ricciardi, nato dalla vena creativa di Maurizio de Giovanni, scrittore, drammaturgo e sceneggiatore. Ricciardi è uno dei più interessanti personaggi della narrativa italiana contemporanea, amatissimo dai lettori che ora sono rattristati all'idea di doverlo lasciare. Perchè “Il pianto dell'alba” (Einaudi) è l'ultimo romanzo dedicato al ciclo Ricciardi, che de Giovanni ha deciso di concludere.

«Avevo deciso da tempo di chiudere la storia nel 1934. Le leggi razziali, l'inasprimento del regime, l'incremento dei morti di morte violenta mi hanno fatto pensare sin dall'inizio della saga che non avrei continuato a seguire Luigi Alfredo in un mondo in cui gli sarebbe stato difficilissimo evitare la follia, in uno scenario sempre più tragico, con un numero di morti ammazzati che andava facendosi pari a quello dei vivi».

L'intervista completa sulla Gazzetta del Sud - edizione di Messina in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook