Venerdì, 12 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Feste natalizie, si brinda con tre milioni di spumanti al giorno
CONSUMATORI

Feste natalizie, si brinda con tre milioni di spumanti al giorno

Tre milioni di brindisi al giorno. Succede nel mese delle feste di fine anno, dal 7 dicembre all’Epifania, quando gli italiani stappano ogni giorno una media di oltre tre milioni di spumanti, con punte di 10-12 milioni e 28-30 bottiglie rispettivamente a Natale e a Capodanno. Una maratona di cin cin che nella stragrande maggioranza vede prevalere le etichette italiane.

A delineare mercato e tendenze dei consumi di vino sparkling per le prossime festività è l'osservatorio economico Ovse-Ceves, che stima, rispetto alle ricorrenze 2017, brindisi in crescita del +4,9% (erano 86 milioni le bottiglie stappate nell’anno precedente) per un giro d’affari al consumo che cresce del 6,3% (era 805 milioni di euro lo scorso anno).

Si tratta, precisa Giampietro Comolli presidente di Ovse e Ceves, «di un valore della produzione nazionale di 370 milioni di euro all’origine in cantina che al consumo sviluppa un giro d’affari record di 860 milioni di euro. Lo spread - osserva Comolli - non incide sulle spese durante questo fine-inizio anno in tutti i settori e comparti, dalla ristorazione alla vacanza, ma soprattutto per le bollicine».

«Le bollicine anzi si confermano simbolo di speranza, di gioia, di fiducia. Non è vero - per il presidente dell’osservatorio economico - che c'è un calo dei consumi; il consumatore tuttavia è molto più attento ai prezzi, e l’enoturismo svela facilmente il prezzo in cantina di una bottiglia di vino. Quindi - segnala Comolli - un eccesso di ricarico può allontanare i consumi, anche se per gli italiani oramai le bollicine non sono solo un consumo occasionale».

Come tendenze di consumo, secondo l’osservatorio Ovse e Ceves, le etichette italiane fanno la parte del leone e, nelle scelte a scaffale il Cartizze Brut fa faville e soppianta il Cartizze Dry. Altra novità del brindisi sono i Nebbiolo delle Langhe Rosé metodo tradizionale e i Lambrusco Rosè e Rossi, tutti ottenuti con il metodo tradizionale. Vanno di moda i regali utili e quasi un italiano su quattro (24%), evidenzia un’analisi Coldiretti/Ixè, sceglie di donare per le festività vini, spumanti o prodotti alimentari tipici da mettere sotto l’albero ed imbandire le tavole.

Per le bollicine in particolare i regali continuano a essere un business importante: «quest’anno ancor di più - conclude Comolli - stando alle vendite nelle enoteche, soprattutto per un target medio-alto e di persone mature, mentre fra i giovani (16-40 anni) è in forte incremento il consumo in bar diurni e serali, in cene domestiche e al ristorante, soprattutto per le cene di gruppo. Cresce anche il consumo in strada e per il secondo anno consecutivo (non accadeva dal 2010 a conferma del dato in controtendenza) vanno molto bene i consumi negli alberghi stellati, nei grandi ristoranti. Continua poi il successo degli acquisti al supermercato per i consumi domestici, e grazie alle promozioni 22 milioni di italiani acquisteranno almeno 1,7 bottiglie di spumanti a testa per queste feste».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook