Sabato, 14 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
TASSE

Bollo auto, dall'1 gennaio si paga solo nei circuiti PagoPa: tutte le novità

A partire da gennaio 2020 il bollo auto si pagherà «esclusivamente» attraverso il sistema di pagamenti elettronici di PagoPa. Lo prevede un emendamento della Lega al decreto fiscale approvato dalla commissione Finanze della Camera.

In realtà nella maggiorparte dei casi il bollo auto si paga già attraverso questo canale, ma dall'1 gennaio 2020 si chiuderanno tutti gli altri circuiti che venivano usati dalle agenzie di pratiche auto.

Inoltre, il dl fisco prevede che per contrastare l’evasione del bollo auto, e in attesa dell’integrazione degli archivi, tutti i dati sulle tasse automobilistiche, gestiti da Agenzia delle Entrate, regioni e province autonome, saranno acquisiti anche dal Pubblico registro automobilistico (Pra) gestito dall’Aci.

Altre novità riguardano misure per colpire le auto maggiormente inquinanti con aumenti della tassa (ma verranno escluse le auto storiche). Inoltre, verrà introdotto il condono che riguarda i debiti fino a 1000 euro. Sono stati cancellati d’ufficio i debiti per il bollo auto non pagato dal 2000 al 2010 e con un importo massimo di 1.000 euro.

Si ricorda che il bollo auto si paga una volta l'anno entro l'ultimo giorno del mese successivo alla scadenza indicata nella ricevuta di pagamento. Per sapere quando scade il bollo auto basta vedere la data di immatricolazione e la tipologia del veicolo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook