Sabato, 04 Luglio 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Boom di richieste per le bici a pedalata assistita: ecco come avere il bonus mobilità
DECRETO RILANCIO

Boom di richieste per le bici a pedalata assistita: ecco come avere il bonus mobilità

È partito l'assalto alle bici: il bonus per l'acquisto di biciclette a pedalata assistita, monopattini, overboard e segway previsto dal Decreto Rilancio ha fatto impennare la richiesta per tutti questi mezzi. Il conseguente aumento delle vendite ha reso quasi introvabili biciclette e affini, ma per molti rischia di diventare una vera beffa visto che al momento i soli 120 milioni stanziati dal governo per il bonus potrebbero non bastare a soddisfare tutti i richiedenti.

L’incentivo copre il 60% della spesa totale ed è rivolto tutte le persone maggiorenni residenti nei capoluoghi di regione, capoluoghi di provincia, città metropolitane e comuni con più di 50 mila abitanti e nei comuni delle città metropolitane anche se al di sotto dei 50 mila abitanti.

Il bonus può essere speso in qualsiasi negozio, online o fisico, che vende uno dei prodotti compresi nel decreto. L’importante è richiedere la fattura in modo da presentare la richiesta di rimborso. Possono essere acquistate biciclette (con o senza pedalata assistita), handbike e «veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica» sia nuovi sia usati, mentre il bonus non potrà essere utilizzato per gli accessori (ad esempio caschi, batterie, catene, lucchetti).

Nella prima fase, dal 4 maggio fino all'inizio dell'operatività di una specifica applicazione web a cui accedere attraverso le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), si potrà comunque beneficiare del bonus. In questa prima fase il cittadino sarà rimborsato direttamente del 60 per cento della spesa: per ottenere il contributo è necessario conservare la fattura (e non scontrino) dell’acquisto e allegarla all'istanza da presentare mediante l’applicazione web.

Nella seconda fase, quando l’applicazione sarà attiva, il contributo verrà versato al negoziante, che applicherà lo sconto al cliente che mostrerà il buono digitale generato dall’app. I buoni dovranno essere utilizzati «entro 30 giorni dalla relativa generazione, pena l’annullamento». Tra i negozi online è compreso anche Amazon, che ha pubblicato una guida che spiega come richiedere la fattura sul sito, anche se non si ha una partita Iva.

Il bonus non può essere invece utilizzato per l'acquisto di accessori (caschi, batterie, catene, lucchetti, ecc.). Ok invece, come detto in precedenza, all'acquisto di veicoli usati per la mobilità personale e bici usate, per i quali è comunque necessario ottenere una fattura fiscale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook