Martedì, 31 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Amazon, altre 3mila assunzioni in Italia. In totale 17mila

Amazon, altre 3mila assunzioni in Italia. In totale 17mila

Amazon continua ad assumere in Italia e quest’anno ha creato altri 3.000 posti di lavoro portando il totale dei dipendenti a oltre 17.000 unità. E nel 2021 ha investito nel nostro Paese oltre 4 miliardi di euro (+38% rispetto ai 2,9 miliardi di euro del 2020) raggiungendo un totale di 12,6 miliardi di euro di investimenti dall’apertura di Amazon.it nel 2010. I ricavi totali delle attività di Amazon in Italia sono stati di oltre 8,75 miliardi di euro (+21% rispetto ai 7,25 miliardi di euro del 2020) e il contributo fiscale complessivo - combinando le imposte dirette e indirette - è stato di oltre 751 milioni di euro (+118% rispetto ai 345 milioni di euro del 2020).

Questi in sintesi i numeri più rilevanti dell’impatto economico generato da Amazon nel nostro Paese. Nel rapporto del colosso dell’e-commerce sullo sviluppo del «Piano Italia» nel 2021 si calcola che «il totale dei posti di lavoro indiretti ha raggiunto la cifra record di 108.000 includendo i 60.000 posti di lavoro creati dalle piccole e medie imprese italiane che utilizzano i servizi di Amazon per far crescere il proprio business e per esportare i prodotti italiani nel mondo». Nel 2021 Amazon ha aperto nuove sedi e attualmente conta più di 60 strutture in tutta Italia, sia logistiche che corporate. E fra gli investimenti c'è anche il supporto per far crescere le imprese italiane: nel 2021, le pmi che vendevano sugli store di Amazon erano più di 20.000 (dalle 18.000 del 2020) e la metà di queste ha raggiunto oltre 800 milioni di euro di vendite internazionali.

Ora l’obiettivo è arrivare a 1,2 miliardi di euro di vendite annuali all’estero. La vetrina Amazon Made in Italy è un ulteriore strumento, sostenuto da Ice, e oggi oltre 4.500 artigiani e Pmi ne beneficiano proponendo oltre 1 milione di prodotti ai clienti di Amazon. Attraverso "Accelera con Amazon", programma di formazione gratuito progettato con la collaborazione di Ice, Politecnico di Milano, Netcomm, più di 11.000 Pmi italiane hanno ridotto il loro gap digitale nel 2021 ed ora si punta a formare entro la fine di quest’anno altre 20.000 Pmi e start-up italiane: già siglati accordi con le regioni Liguria, Sicilia, Marche, Abruzzo, Umbria per portare supporto alle imprese del territorio. «Anche noi, come molte altre aziende, abbiamo un impatto dalle sfide macroeconomiche che comportano un aumento dei costi operativi ed energetici - dice Mariangela Marseglia, vice presidente Country Manager Amazon.it - il nostro approccio di lungo periodo si traduce nell’impegno a supportare i nostri dipendenti, offrire ai nostri clienti la più ampia selezione mantenendo i prezzi bassi in un contesto di alta inflazione, e a contribuire alle priorità del Paese: occupazione, digitalizzazione, sostenibilità, competenze». Prosegue poi l’impegno per il clima con investimenti in energia eolica e solare per raggiungere il 100% di energia rinnovabile entro il 2025. In Sicilia i primi due progetti solari off-site: due impianti agro-fotovoltaici che combinano energia pulita e colture agricole. E grazie a un terzo progetto la capacità produttiva totale in Italia raggiungerà i 106 MW.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook