Martedì, 11 Dicembre 2018
INTERVISTA

Lui, lei e... la fuitina, i Soldi Spicci al cinema

di
gazzetta del sud, gdshow, ses, soldi spicci, taormina, Sicilia, GDSHOW
Lui, lei e ... la fuitina, i Soldi Spicci al cinema 

Sì, stanno insieme. E questa loro storia se la sono anche portata in giro in tour («Sì... stiamo insieme», appunto). Cosa abbia suscitato l'altra, se la coppia nella vita quella dello spettacolo o viceversa, non lo sanno neppure loro. «È nato tutto contemporaneamente: ci siamo conosciuti in un laboratorio teatrale a Palermo, abbiamo fatto insieme un pezzo comico al quale il pubblico ha risposto talmente bene che abbiamo deciso di farne altri e, mentre li scrivevamo, è successo». Tra lei, Annadrea Vitrano («Ho avuto un colpo di fulmine») e lui, Claudio Casisa («Io ho avuto solo il colpo»). Si sono innamorati per acclamazione popolare e poi lo stesso furor di popolo li ha seguiti sul web. Solo su Fabebook un milione e 200mila followers (festeggiati con un "One Million Tour"), trecentomila su Instagram e oltre duecentomila su You Tube: i numeri ci sono, ma per chi come loro nasce in teatro, «un milione di followers non saranno mai belli come un applauso dal vivo».

Ora, da web star col valore aggiunto di chi il contatto col pubblico in carne ed ossa ce l'ha perché lo ha sperimentato in teatro e nelle piazze... il cinema. La location è Castelbuono e il film “La fuitina sbagliata”, in uscita l’11 ottobre, è realizzato dalla Run Film per Cattleya Lab, factory creata da Alessandro Siani e Riccardo Tozzi. «Un figlio scritto, girato, andato in post produzione: siamo felicissimi di questo parto», dicono. Cambiano necessariamente i tempi comici, dai micro cartoni animati web al lungometraggio di un'ora e mezza. Ma aver concepito spettacoli per il teatro (non autoconcludenti com'è un episodio da un paio di minuti) ha già allenato l'attenzione di chi li segue.

La domanda su di voi è... ce la faranno i nostri eroi a passare dal web al cinema?

Lui: «Approdiamo su un nuovo mezzo di comunicazione e per la prima volta saremo spettatori di noi stessi. In teatro senti il respiro del pubblico e ti calibri di conseguenza».

LEI: «È anche diverso dai video, perché lì siamo abituati a vederci sullo schermo... ma di uno smarthphone! Quella è un'esperienza privata, singola, ma vederci in un maxi schermo, seduti accanto ad altra gente in un posto che non è la loro casa né il teatro: un'assoluta novità!».

Uscita l'11 ottobre, titolo “La fuitina sbagliata”. È uno spoiler...

Lei: «Esatto! Io sono figlia di una fuitina!»Lui: «E io la vittima di una figlia di fuitina! Se i suoi non se ne fuggivano...».Lei: «... Tu saresti stato solo e disoccupato!».

Questo della battuta pronta è un vostro modo di vivere oltre che di recitare?

Lei: «Sempre! Succedono cose assurde in casa nostra, la parte più divertente de I Soldi Spicci è quella che non si vede».

Lui: «E per mantenerci freschi abbiamo la fortuna di lasciarci e rifidanzarci cento volte al giorno!».

Claudio suonava il sax e Annandrea si occupava di laboratori di recitazione ai bambini... ora lo spettacolo si è preso tutto?

Lui: «Fortunatamente facciamo quello che volevamo fare nella vita, quindi non abbiamo messo da parte nulla, abbiamo messo al centro noi».Lei: «I laboratori li abbiamo fatti anche insieme. Io sono laureata in lingue, una cosa che amavo e continuo ad amare...». Lui: «Anna ha un altro sogno nella vita che è quello di insegnare l'italiano agli stranieri e lo fa insegnandolo a me».

Perché tu, Claudio, sei di madrelingua palermitano, giusto?

Lui: «Madrelingua palermitano autoctono... questa l'ho appena imparata!»Lei: «E la usa addirittura in maniera pertinente... mi dà soddisfazione!».

Soddisfazioni, quelle vere, vi sono arrivate anche da colleghi artisti tipo Il Volo (con un video di congratulazioni al raggiungimento del milione), che il 15 settembre ritroverete sul palco di Taormina...

Lei: «I ragazzi sono meravigliosi, oltre che bravissimi. Abbiamo un ottimo rapporto e siamo felici di incontrarli al GDShow».

Lui: «La cosa bella è ritrovare gente della nostra età e constatare che c'è una generazione che si sta dando da fare con successo. Siamo contenti di stare con chi crede nei propri sogni».

Quale sarà la vostra parte nel GDShow?

Lui: «Stiamo cercando il pezzo adatto, che probabilmente sarà una mia serenata con l'ukulele per Annandrea! Scherzi a parte, proietteremo il trailer del film e cercheremo di dare il meglio di noi. Il Teatro Antico è un luogo sacro... sarà una serata magica!».Lei: «Quest'anno si stanno avverando sogni che avevo nel cassetto e questo è uno di quelli! Esibirci a Taormina è vanto e orgoglio. E poi c'è la beneficenza che aggiunge valore: non è questa l'unica possibilità che abbiamo per dare un senso alla nostra arte?».

_____________________________________

I biglietti

I biglietti per la serata del GDShow (15 settembre, ore 21.30, al Teatro Antico di Taormina) sono in vendita su Box Office Sicilia, Circuito Box Office Sicilia e Ticket One e online su www.ctbox.it, www.circuitoboxofficesicilia.it e www.ticketone.it. Tre gli ordini di posti disponibili: tribuna numerata (30 euro); cavea numerata (20 euro) e cavea non numerata (10 euro).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X