Lunedì, 19 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
METEO

Temporali in arrivo in Calabria e Sicilia, scatta l'allerta

meteo, temporali, Sicilia, Meteo

La neve in montagna a metà luglio, soprattutto dopo il caldo torrido che ha colpito anche le Alpi nei giorni scorsi, è l’altra faccia del tempo pazzo dell’estate 2019, che vede nei prossimi giorni il passaggio di una nuova perturbazione proveniente dal nord-Europa, che porterà aria fredda e marcatamente instabile, prima sulle regioni settentrionali, specie quelle di ponente, con piogge e temporali anche intensi.

Con il risultato che le temperature sono tornate sui livelli di stagione, ma anche che la Protezione Civile ha diramato una «allerta arancione» su Calabria e Puglia, mentre l'avviso è «giallo» su buona parte d’Italia. Con la Sardegna alle prese ancora con gli incendi, soprattutto nell’Ogliastra, dove due campeggi e un hotel sono stati evacuati. A trovare le vette imbiancate sopra i 2.500 metri sono state la Valle d’Aosta e la Lombardia: a Cervinia, sopra i 3.000 metri, si sono avuti 15-20 cm di neve. Sul resto del territorio invece sopra i 2.800-3.000 metri si trovano poco più di 5 cm. La zona del Monte Bianco è stata meno interessata dalle precipitazioni, che hanno coinvolto maggiormente le aree al confine con il Piemonte e, in parte, con la Svizzera. E a Torino in 12 ore sono caduti 100 mm di pioggia. Temperatura e clima autunnale dalla notte nel nord della Lombardia, in particolare in provincia di Sondrio. Sul fondovalle è piovuto in modo incessante mentre alle quote superiori ai 2200 metri in Valtellina e Valchiavenna ha iniziato a nevicare. rollo delle temperature nell’ordine di 15 gradi sull'intero territorio provinciale.

L’altra faccia dell’anomala situazione meteorologica sono gli incendi che, complice la siccità e il vento forte, stanno colpendo la Sardegna, in particolare nel sud dell’Isola, con le fiamme che hanno lambito le case a Quartu e a Cagliari. In particolare, le fiamme hanno interessato un canneto vicino alla Rotonda del Margine rosso, non lontano della spiaggia del Poetto. A Tortolì, invece, è andata a fuoco anche un’area archeologica.

Mentre in Ogliastra sono stati evacuati due campeggi e un hotel. Mentre si contano ancora i danni del maltempo sulla costa delle Marche e dell’Abruzzo, con Ubi Banca che ha stanziato un plafond da 25 milioni per favorire il ripristino dai danni subiti da imprese e famiglie, l’attenzione si sposta sulle prossime ore. Le precipitazioni, secondo quanto reso noto dalla Protezione Civile, si estenderanno alle regioni del Centro, fino a giungere in serata sul Meridione, con fenomeni più frequenti e rilevanti sul versante tirrenico e successivamente su quello ionico.

I temporali interesseranno soprattutto il Sud, mentre cesseranno sulle regioni centrali. L’avviso di tempo avverso prevede dal tardo pomeriggio di precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Martedì, è stata valutata ancora allerta arancione su gran parte del versante ionico della Calabria e sulla Puglia centro meridionale. Allerta gialla, inoltre, sul settore orientale dell’Abruzzo, in Campania, sul resto della Puglia e della Calabria, in Basilicata e in Sicilia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook