Lunedì, 27 Maggio 2019
stampa
Dimensione testo
IL TERRIFICANTE RACCONTO

Orrore a Tenerife, bimbo di 5 anni conduce al cadavere della madre e del fratellino

Orrore in Spagna dove un bimbo di 5 anni, con il suo racconto, ha guidato la polizia ai cadaveri della madre e del fratellino, di 10 anni, uccisi dal padre.

Le ricerca della donna e del ragazzino erano cominciate martedì pomeriggio quando il bimbo - che è tedesco, come il resto della famiglia - era stato ritrovato che camminava, disorientato e spaventato, vicino Adeje, una località turistica a Tenerife.

Si è imbattuta in lui una donna che ha raccontato a 'La Vanguardia' di averlo trovato in condizioni pietose, molto agitato e in una situazione di ansia: «Era stanco e tutto rosso, si è aggrappato alla mia mano. Gli ho chiesto, 'dove sono i tuoi genitori?'». Ma il bimbo parla solo tedesco e dunque si è dovuto cercare qualcuno in grado di capirlo per ascoltare il suo «terrificante racconto».

Il piccolo, probabilmente riuscito a sfuggire al massacro, ha raccontato che il padre aveva ripetutamente picchiato la madre e il fratello all’interno di una grotta. Le ricerche sono cominciate immediatamente e intanto, rintracciato il padre, l’uomo è stato messo in stato di fermo.

La grotta è in una zona rurale sulle alture di Adeje ed è stata localizzata mercoledì nel primo pomeriggio grazie a un indizio, un orologio da polso. La donna era arrivata lunedì a Tenerife, insieme ai due bambini, ma la coppia - secondo il sindaco di Adeje - era in procinto di separarsi.

L’assassinio probabilmente è avvenuto nella mattinata di martedì. Il bimbo sopravvissuto al massacro sarà affidato ai nonni materni, già volati nelle isole Canarie dalla Germania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook