Giovedì, 05 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
LA SENTENZA

Resta senza colpevoli la strage nello stadio di Hillsborough

Resta senza colpevoli la strage di Hillsborough, la più grave mai accaduta in uno stadio britannico, costata la vita il 5 aprile del 1989 a 96 persone, tra cui 95 tifosi del Liverpool morti nell’immediatezza di una gigantesca calca.

Un giudice della Preston Crown Court ha infatti assolto oggi il 75enne ex comandante della polizia locale David Duckenfield, portato in tribunale dopo 30 anni e una lunga quanto dolorosa campagna condotta da familiari delle vittime, comunità locali ed esponenti politici. Il funzionario, ormai in pensione, era accusato di negligenza grave e omicidio colposo plurimo, in veste di responsabile del servizio di sicurezza e del comportamento brutale e disorganizzato imputato agli agenti sotto il suo comando nello stadio dello Sheffield, in Inghilterra, dove quel 5 aprile si affrontavano in campo neutro per una semifinale di Fa Cup il Liverpool e il Nottingham Forest.

Ma la corte - dopo che un primo processo si era chiuso con un nulla di fatto a causa del mancato accordo della giuria su un verdetto - ha accolto alla fine le tesi della difesa: secondo cui Duckenfield sarebbe stato oggetto di un’indagine «iniqua» e a scoppio ritardato, come una
sorta di capro espiatorio chiamato a coprire colpe più diffuse. Furibonda e disperata la reazione dei parenti, che hanno gridato alla «infamia». Alcuni sono insorti durante la stessa lettura della sentenza.

«Non può essere giusto», è sbottata fra gli altri Jenni Hicks, che in quella giornata perse due figlie adolescenti, Sarah e Vicki. «Novantasei persone uccise illegalmente e nessun responsabile, io accuso il sistema moralmente sbagliato di questo Paese e denuncio la vergogna di questa nazione», le ha fatto eco Margaret Aspinall, madre di un’altra vittima, un 18ennne.

Il disastro di Hillsborough fu seguito da una radicale revisione delle regole negli stadi del Regno. Ma l’obbligo dei posti a sedere numerati fu introdotto solo negli anni '90.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook