Sabato, 28 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Cina, condannato per omicidio viene assolto dopo 27 anni di carcere
JIANGXI

Cina, condannato per omicidio viene assolto dopo 27 anni di carcere

Un uomo nella Cina orientale è stato assolto per omicidio e liberato dopo aver trascorso 27 anni in prigione. Lo rende noto la Bbc. Zhang Yuhuan sostenne di essere stato torturato dalla polizia e costretto a confessare l’omicidio di due ragazzi nel 1993.

Era il detenuto ingiustamente condannato da più tempo in Cina, dopo aver scontato 9.778 giorni in una prigione nella provincia di Jiangxi. I pubblici ministeri che hanno riaperto il caso hanno affermato che la sua confessione aveva incoerenze e non corrispondeva al crimine originale.

Ed un’alta corte ha stabilito che non c'erano prove sufficienti per giustificare la sua condanna, così è stato rilasciato. Il suo legale ha fatto sapere che negozierà l’ammontare del risarcimento con il cliente e che stanno valutando di citare i responsabili dell’ingiusta detenzione.

L'assassino dei due ragazzi nel 1993 rimane sconosciuto. Gli osservatori - spiega la Bbc - affermano che la Cina sta diventando sempre più disposta ad annullare detenzioni ingiustificate, ma soltanto riguardo ai crimini non politici.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook