Sabato, 28 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo La Francia al voto elegge il suo presidente. Ballottaggio Macron-Le Pen
ELEZIONI

La Francia al voto elegge il suo presidente. Ballottaggio Macron-Le Pen

Domani i francesi saranno chiamati alle urne per il ballottaggio delle elezioni presidenziali tra Emmanuel Macron e Marine Le Pen, i due candidati rimasti in corsa dopo i risultati del primo turno. I sondaggi preannunciano un duello più serrato rispetto al 2017 - quando lo scarto tra i due fu di ben 32 punti - ma il capo dello Stato resta ancora il favorito, oscillando tra il il 55,5 e il 57,5 per cento nelle intenzioni di voto.

Secondo una recente stima di Ipsos-Sopra Steria, inoltre, il 43 per cento dei francesi ha ritenuto Macron più convincente nel confronto tv dello scorso mercoledì - seguito da 15,6 milioni di spettatori - contro il 24 per cento di coloro che hanno incoronato come vincitrice la candidata dell’estrema destra. Tra i sostenitori del leader della Republique en Marche e quelli di Le Pen c'è comunque un terzo blocco: quello degli astensionisti, che potrebbero essere il 26 per cento del totale della popolazione, come al primo round.

Al ballottaggio potranno votare tutti i cittadini francesi sopra i 18 anni iscritti nelle liste elettorali. In tutto si tratta di 48,7 milioni di persone, 1,4 milioni delle quali residenti all’estero. Può far valere il proprio diritto di cittadino anche chi è positivo al Covid-19. Il protocollo sanitario messo a punto dal governo prevede infatti che non possa essere chiesta agli elettori una prova di avvenuta vaccinazione nè il certificato di test negativo. Nella giornata di domenica i seggi saranno aperti dalle 8 alle 19 in tutto il paese, ma in alcune grandi città - Parigi, Lione, Marsiglia, Rennes, Tolosa, Grenoble, Nantes e Bordeaux - si potrà votare fino alle 20. Nel calcolo delle preferenze espresse non vengono considerate le schede bianche e le nulle.

I primi exit poll saranno divulgati dai media a partire dalle 20, dopo la chiusura delle urne. Il ministero dell’Interno comunicherà i risultati ufficiali la sera stessa, dopo le informazioni inviate dai seggi. A partire dalla mezzanotte scorsa è cominciato il silenzio elettorale. I candidati non possono più essere intervistati nè fare campagna fino alla proclamazione dei risultati. Lo stesso divieto vale per la pubblicazione dei sondaggi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook