Questo sito contribuisce all’audience di Quotidiano Nazionale

Appello di Macron alle "forze repubblicane": costruire una maggioranza solida e plurale

Emmanuel Macron

«Chiedo a tutte le forze politiche che si riconoscono nelle istituzioni repubblicane, lo stato di diritto, il parlamentarismo, un orientamento europeo e la difesa dell’indipendenza francese, di avviare un dialogo sincero e leale per costruire una maggioranza solida, necessariamente plurale, per il paese": lo scrive Emmanuel Macron nella sua "lettera ai francesi», pubblicata oggi.

Nelle elezioni di domenica «nessuno ha vinto», «nessuna forza politica ha da sola la maggioranza sufficiente e i blocchi o coalizioni prodotti da queste elezioni sono tutti minoritari» scrive Emmanuel Macron nella «lettera ai francesi». «Divisi al primo turno, uniti dalle desistenze reciproche al secondo, eletti grazie ai voti degli elettori dei loro ex avversari - scrive Macron - solo le forze repubblicane rappresentano una maggioranza assoluta. La natura di queste elezioni, segnate da una richiesta chiara di cambiamento e di condivisione del potere, li obbliga a costruire un ampio 'rassemblement'».

Mélenchon: "Macron ci consulti su nomina commissario Ue"

«In Europa, nelle democrazie parlamentari, il voto ha una certa importanza» e «il presidente della Repubblica dovrebbe tenere conto del risultato del voto: il Nuovo Fronte Popolare è la prima coalizione e dovrebbe essere consultata». Così il leader de La France Insoumise (Lfi), Jean-Luc Mélenchon, durante un punto stampa al Parlamento europeo, rispondendo a una domanda sulla nomina del prossimo commissario Ue francese. "In alcuni Paesi avremmo l’audacia di pensare che il primo gruppo di un’Assemblea sia il più idoneo a nominare i commissari. Ma la monarchia presidenziale è unica e ha inventato le proprie regole», ha attaccato.

Caricamento commenti

Commenta la notizia