Martedì, 21 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo
VIMINALE

Comune di Mezzojuso sciolto per mafia, a Siderno proroga di 6 mesi per i commissari

mafia, mezzojuso, siderno, sorelle napoli, viminale, Sicilia, Politica
Il Comune di Mezzojuso

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’interno Luciana Lamorgese, a seguito di accertati condizionamenti da parte delle locali organizzazioni criminali, ha deliberato lo scioglimento per diciotto mesi del Consiglio comunale di Mezzojuso.

Il Comune della provincia di Palermo, noto per la vicenda delle sorelle Napoli, verrà affidato a una commissione di gestione straordinaria. Commissari che resteranno più del previsto a Siderno.

Non essendo ancora completata l’azione di recupero e risanamento delle istituzioni locali del Comune, il Consiglio dei ministri ha deliberato la proroga, per un periodo di sei mesi, dell’affidamento dell’ente alla Commissione di gestione straordinaria già incaricata.

La commissione straordinaria che guiderà il Comune di Mezzojuso, sciolto per mafia dal Cdm, fino alle elezioni, è composta da Daniela Lupo, viceprefetto Vicario  Valeria Gaspari, viceprefetto, Maria Cacciola, funzionario economico finanziario. Nelle more dell’emanazione del formale conclusivo decreto - dice la Prefettura - da parte del Presidente della Repubblica, valutata la sussistenza dei presupposti d’urgenza previsti dal comma 12 del citato art. 143, il prefetto De Miro, ha disposto, con provvedimento in corso di notifica, la sospensione immediata degli organi comunali di Mezzojuso e l’affidamento della provvisoria gestione dell’Ente Locale ai Commissari che si insedieranno domani.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook