Sabato, 08 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica "Ristoratori senza clienti? Aiutiamoli a fare un'altra attività", bufera sul viceministro Castelli
ROMA

"Ristoratori senza clienti? Aiutiamoli a fare un'altra attività", bufera sul viceministro Castelli

ristoranti, Laura Castelli, Sicilia, Politica
Laura Castelli, vice ministro all'Economia

Gaffe, scivolone o malinteso? Le parole di Laura Castelli, viceministro dell’Economia, su crisi e ristoratori sembrano destinate a essere il tormentone politico se non della settimana, almeno del weekend. E mentre l’opposizione spara ad alzo zero contro l’esponente grillina, lei si difende sostenendo di essere stata fraintesa e accusando la stampa di alimentare ad arte la polemica. Ma cosa ha detto la Castelli per surriscaldare il dibattito politico?

L'esponente grillina è ospite di Tg2 Post e, parlando delle iniziative adottate dal governo a sostegno delle imprese colpite dal lockdown, che «se una persona decide di non andare più a sedersi al ristorante, bisogna aiutare l’imprenditore a fare un’altra attività». Il caso vuole che ospite in trasmissione ci sia il direttore del Tempo Franco Bechis, che alla dichiarazione della Castelli dedica un articolo corredato da una clip video, subito rilanciato da Giorgia Meloni.

"Dopo aver massacrato il settore dell’ospitalità con divieti e regole assurde e aver multato gli esercenti che scendevano in piazza perchè chiedevano aiuto, l’ultima trovata del Governo giallorosso arriva dalla grillina Castelli: i ristoratori che non hanno più clienti devono cambiare lavoro» scrive su Facebook la leader di Fratelli d’Italia, «Sono senza parole. Sarebbe questa la gente che dovrebbe aiutare l’Italia a ripartire?».

Da Forza Italia le fa eco Mariastella Gelmini, secondo la quale  "Castelli, invece di andare in tv e farci improbabili lezioni di economia politica, conti fino a 10 prima di aprir bocca e abbia più rispetto per chi lavora, per chi sta facendo i salti mortali per rialzare la serranda pur senza aver ricevuto un euro in questi mesi di lock down. Qui gli unici a dover cambiare lavoro sono Conte, Castelli e compagni».

Sull'onda delle proteste che montano sui social, il viceministro cerca di mettere i puntini sulle 'i" dicendo che «la citazione del ristorante è un esempio e non un attacco alla categoria» e che quello che ha detto è che «questa crisi ha spostato la domanda e l’offerta» e «bisogna aiutare le imprese e gli imprenditori creativi a muoversi sui nuovi business che sono quelli che sono nati».

"Anche oggi i giornali si divertono a screditare il lavoro del governo con una fake news» intervengono i Cinque stelle con un post sula pagina Facebook del movimento, «Il governo sta lavorando h24 per aiutare ristoratori, albergatori, imprenditori per ripartire dopo una crisi senza precedenti. Per questo governo parlano i fatti. Andiamo avanti con serietà, quella che servirebbe da parte di tutti».

Non è la prima volta che una dichiarazione di Laura Castelli genera polemiche e qualche ironia sui social. Celebre la frase del novembre 2018 - «questo lo dice lei» - con cui contestava l’ex ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan sul legame tra l’andamento dello spread e il costo dei mutui.

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook