Domenica, 29 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Salute

Home Salute Ema: con Omicron il Covid diventa endemico. Ecco cosa significa endemia
CORONAVIRUS

Ema: con Omicron il Covid diventa endemico. Ecco cosa significa endemia

Ema: con Omicron il Covid diventa endemico. Ecco cosa significa di endemia.

L’emergenza Covid a livello mondiale sta cambiando volto, e si va verso una fase endemica, come ha avvertito nei giorni scorsi l’Agenzia europea dei medicinali (Ema) precisando tuttavia che non siamo ancora a questo punto. Ma in vista del passaggio da una pandemia all’endemia - caratterizzata da una circolazione stabile del virus nella popolazione e con un numero di casi uniforme e distribuito nel tempo, come nel caso dell’influenza stagionale - il conteggio giornaliero dei contagi, come avviene attualmente con il report del ministero della Salute, "perde peso", poiché ad essere indicativi sono essenzialmente i dati sulle ospedalizzazioni. Con il diffondersi di Omicron «il virus sta diventando più endemico (in questo articolo spieghiamo cosa significa, ndr), ma non possiamo ancora dire di essere in quella fase, il virus si comporta come un virus pandemico, Omicron lo dimostra, e non dobbiamo dimenticarlo», ha affermato il capo della strategia vaccinale dell’Ema, Marco Cavaleri. Tuttavia, l'endemia è più vicina ed esplode il dibattito sull'opportunità del report contagi giornaliero, considerato inutile dal sottosegretario alla Salute Andrea Costa e da alcuni virologi.

La tesi sostenuta è che in una fase endemica o pre-endemica, nella quale la popolazione convive con il virus, un conteggio giornaliero dei casi perde di significato, poichè a pesare non è più appunto il numero assoluto dei positivi, ma il numero di casi che effettivamente vanno a caricare il sistema ospedaliero intasando reparti e terapie intensive perché di maggiore gravità. Un dibattito acceso che vede però anche posizioni opposte, come quella del sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri e dell’epidemiologo Cesare Cislaghi, già presidente della Società italiana di epidemiologia. «Corre l’idea - spiega Cislaghi all’ANSA - di far diventare settimanali i dati giornalieri: sarebbe come censurare l’epidemia. Bisogna bloccare questa idea malsana». Non è vero, sostiene, che «sia meglio non parlare più ogni sera del numero dei contagiati ma sia più opportuno comunicare solo il numero dei ricoverati: la prevenzione può, anzi deve, essere fatta sui contagi e non sui ricoveri, e quindi non beiamoci del fatto che molti contagiati hanno pochi sintomi talvolta simili a quelli di una normale influenza». Il virus SarsCov2, conclude, «rimane purtroppo sempre capace di trasformare semplici sintomatologie in gravi e letali patologie».

Sileri: con Omicron si sta andando verso l'endemia, quindi niente panico

«Abbiamo in circolazione la variante Omicron, andiamo verso la riduzione della quarantena per i vaccinati ma per gradi. Ossia con il passare dei giorni ci possono essere degli aggiustamenti a seconda delle situazione. Con Omicron stiamo andando verso l'endemia, quindi niente panico». Lo ha detto nei giorni scorsi il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri a "Pomeriggio cinque news" su Canale 5.

"Ci dobbiamo aspettare purtroppo che centinaia di migliaia di persone ogni settimana si prendono la variante Omicron, ma il peso sugli ospedali sarà inferiore rispetto all’anno scorso con meno contagi perché la popolazione è oltre i tre quarti vaccinata e richiamata - ha sottolineato Sileri -. Il punto è che questa variante sembra essere meno aggressiva come ricoveri e terapie intensive occupate, lo si è visto anche negli altri paesi". E sui dati della Germania ha spiegato: "Ha bloccato la quarta ondata di Delta che noi non abbiamo vissuto come loro, la quarta ondata rafforzata da Omicron che stiamo vivendo noi, in Germania deve ancora arrivare, vedrete che nei prossimi giorni avrà i nostri numeri o come quelli della Francia o del Regno Unito".

Qui è possibile vedere l'intervista a Pierpaolo Sileri durante Pomeriggio 5 news.

Cosa significa endemia?

Una malattia si considera endemica quando l’agente responsabile è stabilmente presente e circola nella popolazione, manifestandosi con un numero di casi più o meno elevato ma uniformemente distribuito nel tempo.

Il Dizionario di Medicina Treccani spiega così il significato di endemia: si tratta di una "costante permanenza, in un determinato territorio, di una malattia che tende a presentarsi sporadicamente o a piccoli focolai e con una incidenza relativamente uniforme, in ciò differenziandosi dall’epidemia. Epidemie ed esempio si possono alternare nel tempo, come nel caso delle malattie esantematiche. Endemica, per es. è la malaria in alcune regioni dell’Asia. Molte malattie endemiche presentano ciclicità stagionali o comunque risentono fortemente di specifiche e contingenti situazioni ambientali. Si considerano endemiche nel nostro paese molte malattie infettive, in partic. le salmonellosi, o anche, in talune regioni, malattie non infettive come il gozzo".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook