Venerdì, 22 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Sanremo

Home Società Sanremo Sanremo, ecco il giudizio su tutti i 26 pezzi del festival
VERSO L'ARISTON

Sanremo, ecco il giudizio su tutti i 26 pezzi del festival

sanremo, Sicilia, Sanremo
Annalisa

AIELLO - Ora
Un amore perso e ritrovato. Ballad indie, con una metrica un po' ostica per l’orecchio e un suono vagamente distorto.

ANNALISA - Dieci
Una storia che non vuole finire e si aggrappa alle ultime volte, che poi ultime veramente non sono mai. Brano che gioca con gli alti e i bassi della voce dell’artista. Ben costruito.

ARISA - Potevi fare di più
Gigi D’Alessio ci ha messo la penna, Arisa la sua voce. Una ballad romantica e struggente ("ero dentro i tuoi occhi ma tu non lo ricordi"), che però fatica ad aprirsi.

BUGO - E invece sì
Peccato che in sala non ci sarà il pubblico per questo brano che spinge al coro e ad abbracciarsi cantando insieme. Rock leggero che piacerà.

COLAPESCE e DIMARTINO - Musica leggerissima
In un «crescendo di violini e guai» i due artisti ci portano nel loro mondo, con sonorità battistiane e un brano che si canticchia subito. Bravi.

COMA_COSE - Fiamme negli occhi
Qualche metafora azzardata, per il duo indie, coppia nella vita e sul palco. Un brano che non convince del tutto.

ERMAL META - Un milione di cose da dirti
Brano non facile per il cantautore che arriva tra aspettative molto alte, dopo la vittoria con Fabrizio Moro. Brano che sembra parlare a una bimba. Da riascoltare.

EXTRALISCIO Feat. Davide Toffolo - Bianca luce nera
E d’improvviso Romagna fu. Il liscio promosso tra i grandi al festival. Idea originale di Amadeus, che non dispiacerà ai più.

FASMA - Parlami
Promozione sul campo, a colpi di visualizzazioni e di autotune, per il giovane trapper, un anno fa in gara tra le Nuove Proposte. Un pò trottolino amoroso, un pò giovane arrabbiato.

FRANCESCO RENGA - Quando trovo te
Nonostante le firme di Roberto Casalino e di Dario Faini, il pezzo non decolla, come anche la voce di Renga. Brano un po' spento, magari l’orchestra saprà dargli più luce.

FULMINACCI - Santa Marinella
Una delicata favola parlata per uno degli esordienti al festival, in quota indie. Ha da giocarsi molto, ma ha le carte giuste per farlo.

GAIA - Cuore amaro
Ritmi sudamericani che incontrano quelli mediorientali. Un uptempo in stile Elettra Lamborghini.

GHEMON - Momento perfetto
Hip hop che incontra il jazz, che incontra Sergio Caputo. Un brano che merita più di un ascolto.

GIO EVAN - Arnica
Una poesia che è una pomata carezzevole al cuore e agli urti della vita quotidiana.

IRAMA - La genesi del tuo colore
Uno dei cinque brani firmati da Dardust, e il suo segno si sente. Brano ritmato, che riporta Irama di nuovo al festival.

LA RAPPRESENTATE DI LISTA - Amare
Una ballad che strizza l’occhio, e l’orecchio, al rock. Ritornello martellante.

LO STATO SOCIALE - Combat Pop
L'attacco ricorda il Gioca Jouer di Claudio Cecchetto, il testo cita perfino Amadeus e il suo profilo di coppia, ma non manca una critica alla società. La scossa all’Ariston che ci si aspetta dal gruppo bolognese.

MADAME - Voce
Protagonista l’amore tra donne per una delle rappresentanti più autorevoli al momento del rap al femminile, nonostante i suoi 19 anni. Testo un po' troppo lungo.

MALIKA AYANE - Ti piaci così
Sembra sentire Malika sorridere in questo brano, un po' criptico. Pop ritmato.

MANESKIN - Zitti e buoni
Ventata rock nel perfetto stile della band romana. Schitarrate a go-go e la voce graffiante di Damiano: questo ci aspettava da loro, questo hanno proposto.

MAX GAZZE' E LA TRIFLUOPERAZINA - Il farmacista
Dopo le ultime sperimentazioni, il cantautore torna alla sua filastrocca: divertente, ma intelligente. Attacca con una citazione da Frankenstein Jr (Si può fare), che ricorda anche una sua vecchia canzone (Una musica può fare).

FRANCESCA MICHIELIN e FEDEZ - Chiamami per nome
Al primo ascolto non colpiscono i vincitori annunciati a scatola chiusa. Il pop-rap dei due è ben confezionato ma non decolla.

NOEMI - Glicine
La nuova versione di Noemi, in stile pop con il marchio Faini (Dardust). Cronaca di una crisi, che è anche una rinascita. La sua.

RANDOM - Torno a te
Si inserisce nel filone dei cantautori, stile Ultimo. Troppa somiglianza con il collega che proprio a Sanremo ha trovato la sua fortuna.

ORIETTA BERTI - Quando ti sei innamorato
Pezzo melodico, nel senso più tradizionale del termine. Gli autori sono gli stessi di Grande Amore cantato dal Volo, e si sente. Chapeau a Orietta per il coraggio di tornare in gara.

WILLIE PEYOTE - Mai dire mai (La Locura)
Tra i pezzi più interessanti, che non risparmia critiche al mondo dello spettacolo, alla politica, allo sport. Cita la serie Boris e nel testo Morgan ("che succede?"). Promosso.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook