Mercoledì, 05 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Mascherine in tasca e catene da neve a bordo
SPIGOLATURA PANDEMICA

Mascherine in tasca e catene da neve a bordo

di

Eliminato ormai l'obbligo di indossare i dispositivi di protezione individuale all'aperto, salvo situazioni particolari, quali gli assembramenti, gli italiani brindano all'allentamento delle restrizioni anti-Covid, nella speranza che l'emergenza pandemica si dissolva gradualmente. Eppure, il signor Totò, si imbatte in una delle sue solite disavventure. Che si materializza a Castrovillari, sulla nuova Autostrada del A2 del Mediterraneo. Proprio in provincia di Cosenza, in una freddissima domenica di febbraio, resa ancora più artica da una copiosa nevicata, s'imbatte in un indesiderato posto di blocco della polizia stradale.

AGENTE: "Buongiorno, può gentilmente mostrarmi patente, libretto e certificato assicurativo?".
SIGNOR TOTO': "Salve, certo, ecco qui".
AGENTE: "E’ munito di catene da neve? Come vede dal cartello, vige l'obbligo su queste strade".
SIGNOR TOTO': "Ho le calze, ormai vanno di moda, guardi indosso le Gallo".
AGENTE: "Ma le sembra il momento di scherzare così, per giunta  al cospetto di un pubblico ufficiale?".
SIGNOR TOTO': "Le dico la verità, non sono in possesso di catene, nel bagagliaio ho le calze, ma ammetto che non sono omologate".
AGENTE: "Il Codice della strada prevede una multa per chi non monta gomme invernali o viaggia senza catene da neve a bordo. Sono costretto a farle una contravvenzione di 335 euro, la massima sanzione".

Il signor Totò, alquanto stizzito, scende dalla macchina, disposto a spiegare le proprie ragioni, ma il poliziotto lo ammonisce.

AGENTE: "Non vede che proprio qui a fianco a me ci sono altri tre colleghi e che ci troviamo tutti a distanza ridottissima, la prego di indossare la mascherina".
SIGNOR TOTO': "Sono desolato, l'ultima l'ho gettata su una nave traghetto a Messina e al momento sono sprovvisto. Mi perdoni almeno questa".
AGENTE: "Non se ne parla nemmeno, non posso mica chiudere un occhio. Ecco un'altra bella multa di 1000 euro".
SIGNOR TOTO': "In questo modo sta rovinando un padre di famiglia!".
AGENTE: "Deve solo ringraziarmi. Potrei contestarle anche l'inosservanza dell'obbligo di indossare il giubbotto catarifrangente, sarebbero altri 169 euro".
SIGNOR TOTO': "Guardi, lavoro nei servizi segreti e so che lei non è vaccinato, mi lasci andare come se non ci fossimo mai visti, o spiffero tutto e la faccio sospendere".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook