Domenica, 29 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Arriva la cometa dei Neanderthal, ecco come osservarla: basterà un binocolo
SPAZIO

Arriva la cometa dei Neanderthal, ecco come osservarla: basterà un binocolo

Basterà usare un comune binocolo, meglio se lontano dalle luci della città e dal disturbo della Luna, per ammirare in tutto il suo splendore la cometa C/2022 E3 ZTF, che tra fine gennaio e inizio febbraio tornerà a fare visita alla Terra dopo il suo ultimo passaggio avvenuto al tempo dei Neanderthal, circa 52.000 anni fa. A svelare i trucchi per una corretta osservazione è l’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope Project, che organizzerà due sessioni osservative il 13 gennaio e il 2 febbraio: la diretta sarà trasmessa anche dal Canale Scienza e Tecnica di ANSA.

«Si prevede che la cometa supererà di poco la soglia di visibilità a occhio nudo quando sarà alla minima distanza dalla Terra (circa 42,5 milioni di chilometri) il 1 febbraio alle ore 18:11, diventando così appena osservabile senza strumenti sotto cieli davvero bui, limpidi e stellati», spiega Masi. «Questo significa che non sarà di certo spettacolare come la C/2020 F3 Neowise dell’estate 2020 e che dunque richiederà almeno un binocolo per essere apprezzata». In compenso, alle latitudini italiane, nei giorni di massimo splendore tra fine gennaio e inizio febbraio la cometa sarà circumpolare, ovvero visibile per tutta la notte al di sopra dell’orizzonte. Il vero limite è rappresentato dall’interferenza della Luna, che sarà particolarmente invadente nelle serate clou.

«Tra il 15 e il 25 gennaio - precisa Masi - le migliori condizioni di visibilità si avranno nella seconda parte della notte, dato che la C/2022 E3 sarà ancora troppo bassa di prima sera, transitando tra le stelle di Bootes e Draco. Negli ultimi giorni di gennaio, la visibilità serale della cometa sarà migliore (tra le stelle di Ursa Minor e Camelopardalis), ma la Luna (al primo quarto il 28 gennaio) interferirà in crescendo: nella seconda parte della notte, il nostro satellite tramonterà, liberandoci della sua luce invadente».

Il primo febbraio, raggiunta la minima distanza dalla Terra, C/2022 E3 sarà al massimo di splendore (visibile grosso modo come la galassia di Andromeda a occhio nudo), ma convivrà con una Luna importante, che tramonterà solo nell’ultima parte della notte. Gradualmente, la Luna (piena il 7 febbraio) si sposterà nella seconda parte della notte, lasciando campo libero serale alla cometa, che in quei giorni transiterà molto alta nel cielo, ormai in graduale indebolimento tra le stelle di Auriga e Toro. L’11 febbraio, infine, la cometa transiterà a poco più di un grado dal ben più luminoso Marte.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook