Venerdì, 30 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Morte Morosini domani incidente probatorio
PRONTI I QUESITI

Morte Morosini
domani incidente
probatorio

Si terrà domani la prima udienza dell'incidente probatorio per la morte di Piermario Morosini disposto dal Gip Maria Michela Di Fine. L'incidente probatorio é stato richiesto dalla Procura di Pescara, pm Valentina D'Agostino, e coinvolge quattro medici iscritti nel registro degli indagati. Si tratta del medico del Livorno Manlio Porcellini, del Pescara Ernesto Sabatino, del 118 di Pescara Vito Molfese e del primario dell'ospedale di Pescara Leonardo Paloscia. I quattro medici sono indagati per omicidio colposo: Morosini, giocatore del Livorno, ebbe un malore il 14 aprile scorso all'interno dello stadio Adriatico mentre si stava giocando la partita di serie B Pescara-Livorno. A nulla valsero i tentativi di rianimarlo. Secondo quanto emerso dalla perizia della Procura, Morosini sarebbe morto a causa di una malattia cardiaca genetica, una cardiomiopatia aritmiogena. Nella richiesta di "incidente probatorio a perizia medico legale", il pm pone di accertare quattro distinti quesiti. "Accertamento delle cause del decesso"; verifica del comportamento dei sanitari che sono intervenuti ed hanno prestato soccorso... e se siano ravvisabili profili di negligenza, imprudenza e imperizia con riferimento alle procedure diagnostiche e terapeutiche seguite anche in relazione al mancato utilizzo della strumentazione disponibile". A questi due primi quesiti di tipo "medico sanitario", se ne aggiungono altri due, più riconducibili all'accertamento delle eventuali responsabilità medico legali: "accertamento della corretta condotta che avrebbero dovuto tenere i sanitari secondo le regole che disciplinano la materia e verifica del nesso di causalità tra la condotta colposa eventualmente ravvisabile nel caso concreto ed il decesso di Morosini"; a questo si aggiunge una domanda molto più generica quale "quanto altro utile ai fini di giustizia, in conformità agli altri eventuali fatti e circostanze che indagati e le parti offese riterranno di porre all'attenzione".(ANSA)

 

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook