Domenica, 29 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Milan, Giampaolo si presenta: "Ho lavorato sodo per avere questa chance"
SERIE A

Milan, Giampaolo si presenta: "Ho lavorato sodo per avere questa chance"

milan, serie a, Marco Giampaolo, Sicilia, Sport
Marco Giampaolo

«Ho lavorato sodo per ottenere questa chance, per me il Milan è una grandissima opportunità». Sono le prime parole di Marco Giampaolo da tecnico rossonero.

«Ho lavorato sodo - dice Giampaolo in una brano dell’intervista a Milan tv, che il club ha anticipato all’ANSA - Il Milan è il club più titolato in Europa e uno dei più importanti. Per me è una grandissima opportunità, sono felice e motivato».

«Il percorso è stato lungo, sarà ancora lungo perché non c'è mai fine, non si finisce mai di costruire idee, progetti e cose», ha aggiunto il neo allenatore.

«Per il momento, sono contento di iniziare in questo grande Club e sono molto motivato. Devo dire che sono già riposato, non vedo l’ora di ricominciare», ha anche detto Giampaolo, nell’intervista realizzata a Giulianova, e che andrà in onda su Milan tv alle 12, 16, 18,30 e 22.

«Sono stato colpito dalla serietà di Boban e Maldini, dalla loro competenza e passione. Trasmettono il significato di Milan, di cosa significa giocare nel Milan, allenarlo o far parte di questo club. Sono persone di livello e di spessore. Ci conosceremo lavorando insieme perché adesso possiamo raccontarci di tutto, ma le esperienze maturate giorno dopo giorno sul campo di lavoro affinano le interazioni
tra gli uomini. La loro storia, però, racconta molto, così come la loro passione che è stata contagiosa».

«All’inizio - ricorda Giampaolo sul sito rossonero - contro il Milan perdevo spesso, ma ultimamente ho ottenuto qualche vittoria. Giocare a San Siro è sempre un’emozione particolare, lo considero lo stadio più affascinante d’Italia».

Giampaolo si aspetta un campionato impegnativo: «Negli ultimi anni è stato sempre più competitivo, col ritorno di Sarri e di Conte credo che lo sarà ancora di più. C'è stato un cambio di mentalità da parte di tante squadre. Anche le piccole hanno l'ambizione di andarsela a giocare e quindi le differenze sono sottili, gli equilibri sono spostati da piccole cose, da alcuni particolari. Lo ritengo un campionato impegnativo».

© Riproduzione riservata

TAG: ,

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook