Lunedì, 23 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
SERIE A

L'Inter vuole essere l'anti Juve, e arriva Alexis Sanchez

Alexis Sanchez in pugno. Un nuovo acquisto per «non porsi limiti» e «vincere subito», citando le ambizioni rivelate da Antonio Conte nel giorno della sua presentazione. Nella prima estate in cui è sciolto il cappio del Fair Play Finanziario, l’Inter di Suning non si nasconde dal ruolo di anti-Juventus con una campagna acquisti scoppiettante e investimenti per oltre 160 milioni di euro: una vera rivoluzione, un atto forte di discontinuità con il passato, come testimoniato dalle cessioni (in prestito) di Nainggolan e Perisic e dall’epurazione dell’ex icona Icardi, i tre principali capisaldi del progetto di Spalletti.

Godin, Lazaro, Sensi, Barella, Lukaku sono già agli ordini del tecnico, lo sarà presto anche Sanchez: il cileno continua ad allenarsi a Carrington con il Manchester United ma il summit odierno avvenuto tra il suo agente e i dirigenti inglesi ha incanalato la trattativa sui binari giusti. Sanchez potrebbe atterrare a Milano tra domani e giovedì per svolgere le visite mediche e siglare gli accordi: l'attaccante tornerà in Italia 8 anni dopo la sua esperienza all’Udinese a titolo temporaneo ma con l’aspirazione di
convincere l’Inter a riscattarlo per circa 15 milioni tra 12 mesi.

I nerazzurri pagheranno circa 4 milioni dell’ingaggio del cileno, un terzo del contratto in essere con lo United. Sei nuovi titolari, quindi, per cercare di interrompere l'egemonia della Juventus ma potrebbe non essere finita qui. Conte ha indicato Biraghi, Vidal e Llorente come ultimi rinforzi per dare l’assalto a titolo e Marotta farà di tutto per accontentarlo, dovendo però fare i conti con il mercato in uscita: Dalbert è destinato in prestito al Nizza (''aspettiamo», le parole del suo agente dopo l’incontro avvenuto oggi in sede), Joao Mario interessa al Monaco, mentre si cercano acquirenti per Borja Valero e Politano. Resta poi da risolvere la grana Icardi: l’ex capitano, dopo aver perso la 9, ha chiesto di poter indossare la 7, la stessa usata nella manciata di presenze con l’Argentina ma anche numero preferito di Sanchez. L’ennesimo potenziale punto di scontro in una telenovela senza fine: Napoli e Juventus restano alla finestra ma la sua volontà è quella di restare, almeno per il momento e contro il parere del suo entourage, a Milano, come racconta implicitamente lo stesso Icardi su Instagram, mostrando le foto della sua nuova casa in zona Porta Nuova.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook