Giovedì, 26 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Il Napoli domina la Roma, 4-0 nel ricordo di Maradona
SERIE A

Il Napoli domina la Roma, 4-0 nel ricordo di Maradona

Vittoria rotonda quella del Napoli contro la Roma nel posticipo della nona giornata di serie A, la prima dopo la scomparsa di Diego Armando Maradona. Allo stadio San Paolo finisce 4-0 grazie alle reti di Insigne, Fabian Ruiz, Mertens e Politano. I giocatori di Gattuso riscattano così le ultime due sconfitte tra le mura amiche, con Sassuolo e Milan, raggiungendo la Roma in classifica a quota 17 punti e certificando indirettamente, in questo modo, il tentativo di fuga dei rossoneri.

I partenopei sono scesi in campo con una maglia che ha ricordato quella 'albiceleste' dell’Argentina e in curva è spuntato uno striscione con la scritta 'The King'. Tutti omaggi a Maradona il cui ricordo, per tutta la partita, deve aver dato una motivazione in più ai giocatori napoletani per superare un avversario ostico e ben organizzato. Insigne, dopo aver segnato il primo gol della partita con una precisa punizione a giro sopra la barriera, è corso verso la panchina per ricevere una maglia con il nome del fuoriclasse di Villa Fiorito sulla schiena, l’ha mostrata alla telecamera abordo campo e baciata più volte, ricevendo i complimenti del suo allenatore.

La Roma è rimasta in partita per circa un’ora fino al momento in cui è arrivato il raddoppio di Fabien Ruiz che ha superato Mirante con un preciso diagonale incrociato, a filo d’erba, da fuori area. Nel finale sono andati a segno anche Mertens, su respinta corta del portiere avversario, e Politano, con un pregevolissimo dribbling di maradoniana fattura. I giallorossi di Fonseca si fermano dopo 3 vittorie consecutive e registrano gli infortuni di Mancini e Veretout.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook