Mercoledì, 03 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Lukaku-Ibrahimovic, testa a testa e scintille. Il derby di Coppa è dell'Inter
COPPA ITALIA

Lukaku-Ibrahimovic, testa a testa e scintille. Il derby di Coppa è dell'Inter

di

Derby ad alta tensione per Romelu Lukaku e Zlatan Ibrahimovic. Negli ultimi minuti del primo tempo della sfida di Coppa Italia tra Inter e Milan, i due attaccanti si sono scontrati in occasione di un calcio di punizione per i nerazzurri: un testa a testa in cui alcune parole dello svedese hanno scatenato la reazione del belga interista, trattenuto a fatica dai compagni. Una reazione veemente che ha portato anche l'arbitro Valeri a fischiare la fine del primo tempo con un minuto di anticipo. E al fischio di Valeri, Lukaku ha nuovamente cercato Ibrahimovic prima di rientrare negli spogliatoi, venendo fermato prima dal difensore rossonero Tomori, poi da alcuni compagni come Barella e anche dallo staff tecnico interista.

«Vuole parlare della madre? Vuole parlare della madre? Figlio di putt...». Sono queste le parole che Romelu Lukaku ha rivolto a Zlatan Ibrahimovic uscendo dal campo per l’intervallo trattenuto da compagni e staff tecnico ("ti butta fuori», gli ripete il team manager interista Matteo Tagliacarne) per evitare lo scontro con lo svedese. Ruggini che probabilmente risalgono a quando i due erano compagni al Manchester United e Ibra per spronare Lukaku gli prometteva "50 sterline" per ogni pallone che avesse stoppato.

E nella ripresa per doppio giallo proprio Zlatan Ibrahimovic.

Alla fine la qualificazione è dell'Inter che batte i rossoneri in rimonta: al gol di Ibrahimovic del primo tempo, replica Lukaku su rigore. Quindi la punizione di Eriksen in pieno recupero. In semifinale Inter contro la vincente di Juventus-Spal.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook