Domenica, 16 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Bottas nega la pole n.100 a Hamilton, la Ferrari di Sainz quinta
FORMULA 1

Bottas nega la pole n.100 a Hamilton, la Ferrari di Sainz quinta

Si è preso la prima pole della stagione e ha negato quella n.100 a Lewis Hamilton. A rovinare la festa al campione del mondo sul circuito di Portimao ci ha pensato il compagno di squadra Valtteri Bottas, che scatterà in testa nel gp del Portogallo: qualifiche-beffa per Hamilton, superato da Bottas per soli 7 millesimi.

Il riscatto per il finlandese reduce dal brutto incidente a Imola con George Russel. Alle spalle delle due Mercedes si piazzano le Red Bull, con il terzo tempo di Max Verstappen e il quarto di Sergio Perez. La Ferrari più avanti è quella di Carlos Sainz che registra il quinto tempo e fa meglio di Charlese Leclerc (ottavo il monegasco). Entra nella top ten anche Sebastian Vettel, decimo con la Aston Martin. «E' stata una qualifica difficile, abbiamo migliorato rispetto a Imola e sono contento - ha spiegato Sainz a Sky Sport -. E’ difficile dire quanto sia complicata questa pista, ho perso 3 decimi solo per il vento. Ma ho sentito la macchina più mia, avevo più fiducia e ho avuto sensazioni migliori rispetto a Imola. E’ un bel segnale stare davanti a Leclerc, sappiamo quanto sia bravo nelle qualifiche. E' una bella sensazione, ma io sono focalizzato su me stesso. Ho fatto un paio di cambiamenti che hanno funzionato e che mi hanno aiutato».

Amareggiato invece Leclerc: «Ho fatto fatica, sono stato inconsistente ed è strano per me in qualifica. Per fortuna ho fatto un bel tempo in Q2 con le medie e questo dovrebbe aiutarci con la gara. Sainz ha fatto un bel lavoro e partirà davanti con le rosse, speriamo che domani potremo avere una bella gara. Siamo tutti molto vicini, se le condizioni sono queste arriverà davanti chi farà meno errori». Il più deluso di giornata è Verstappen: «La macchina era difficile da guidare in qualifica. Sui cordoli ho faticato tanto. Il primo giro del Q3 era discreto, ma ho fatto un errore in curva quattro che mi è costato il giro. Ero fiducioso di poter fare un altro bel giro ma l’ultimo settore mi sono trovato una macchina davanti che mi ha disturbato. Già abbiamo bassa aderenza, c'era anche il vento, purtroppo è andata come è andata. La pista è complicata, c'è bisogno di scaldare parecchio le gomme. La gara? La posizione di partenza non è ideale. Vedremo cosa riusciremo a fare. Speriamo che il vento sia un po' più stabile. Finora non è stato tanto divertente».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook