Martedì, 26 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Formula 1, annullato il gran premio del Giappone causa covid
MOTORI

Formula 1, annullato il gran premio del Giappone causa covid

Le Olimpiadi sì, la Formula 1 no. Il Covid colpisce ancora lo sport in Giappone e a farne le spese per il secondo anno consecutivo è il Circus della velocità che non vedrà sfidarsi a Suzuka (la gara era prevista per il prossimo 10 ottobre) Lewis Hamilton e Max Verstappen e non vivrà neanche l’addio alla regina della corse del colosso automobilistico di casa Honda. Un altro stop per la Formula 1 che nei prossimi giorni annuncerà se e come la gara nipponica sarà sostituita da un’altra tappa. Si tratta della quinta gara cancellata dal calendario originario del 2021, dopo Cina, Canada, Singapore e Australia. Delusione forte da parte della Honda, che non potrà dare l'addio alla F1 sul proprio tracciato: «Sfortunatamente per il secondo anno consecutivo non sarà possibile disputare il GP del Giappone a Suzuka. Come Honda, siamo particolarmente dispiaciuti, perché questo è l’ultimo anno del nostro progetto di F1 e tanti tifosi non vedevano l’ora di prendere parte all’evento».

Il governo giapponese ha così deciso di annullare la tappa di Suzuka a causa delle complessità in corso legate alla pandemia nel Paese. «A seguito delle discussioni con gli organizzatori e le autorità in Giappone - spiega Liberty media, proprietà americana della F1 - il governo ha deciso di annullare la gara. La Formula 1 sta ora lavorando sui dettagli del calendario rivisto e lo annuncerà nelle prossime settimane. La Formula 1 ha dimostrato quest’anno e nel 2020 che possiamo adattarci e trovare soluzioni alle incertezze in corso». Un semaforo rosso alla Formula 1 nel Paese del Sol Levante dovuto all’aggravarsi della situazione epidemiologica: il governo giapponese ha deciso di estendere di due settimane, fino al 12 settembre, lo stato di emergenza in diverse prefetture del Paese a causa della diffusione, a livelli allarmanti, della variante Delta del coronavirus. Oltre a Tokyo, le tre prefetture adiacenti di Chiba, Kanagawa, e Saitama, quella di Osaka e l'isola di Okinawa, altre 7 prefetture saranno aggiunte alla lista, tra le quali Ibaraki, Tochigi, Gunma, Shizuoka, Kyoto, Hyogo e Fukuoka. Nuovi provvedimenti minori riguardano altre 10 prefetture dell’arcipelago. Nelle ultime 24 ore l’area metropolitana di Tokyo ha segnalato oltre 4.300 nuove infezioni, mentre a livello nazionale i pazienti in terapia intensiva hanno superato quota 1.600, aggiornando il record per il quinto giorno di fila.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook