Giovedì, 19 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Rinvii in serie A, tuona Marotta: “Tutti spiazzati, ma non è stata fatta una valutazione intelligente”
LA RIFLESSIONE

Rinvii in serie A, tuona Marotta: “Tutti spiazzati, ma non è stata fatta una valutazione intelligente”

L'amministratore delegato dell'Inter parla prima della partita "fantasma" (dopo 45' di attesa del Bologna l'arbitro ha fischiato la fine) del Dall'Ara
calcio, rinvii, serie a, Giuseppe Marotta, Sicilia, Sport
Giuseppe Marotta

«Devo dire che questa quarta ondata ci ha preso un po' tutti in contropiede, sia nell’ambito della nostra società civile che nell’ambito dello sport, tant'è che alcune federazioni e alcune leghe hanno rinviato il calendario, altre no. E’ stata una situazione difficile da valutare». A dirlo è l’a.d. dell’Inter, Giuseppe Marotta, a Sky Sport, rispondendo alla domanda se non fosse stato meglio rinviare le intere giornate di campionato del 6 e del 9 gennaio, come fatto per gli ultimi due turni di Serie B di fine dicembre. «Certamente - ha sottolineato Marotta - il fatto di rinviare questi turni avrebbe consentito forse una gestione migliore, una gestione più fluida, però c'è poi la compressione di un calendario che tra Campionato, Champions League e impegni delle Nazionali, Mondiali, ci vede costretti a dover svolgere appunto tutte le partite entro maggio e di conseguenza è normale che non ci fosse più tempo per inserire altre giornate di recupero. Oggi siamo tornati a una situazione di forza maggiore per cui è chiaro che ci dobbiamo ragionare e fare della valutazioni in questi termini. Si poteva essere una valutazione razionale e intelligente, ma c'è stata la repentinità di ritrovarci davanti a un numero incredibile di positività nel giro di poche settimane».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook