Venerdì, 19 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Impresa Musetti ad Amburgo, batte Alcaraz e vince il suo primo titolo
TENNIS

Impresa Musetti ad Amburgo, batte Alcaraz e vince il suo primo titolo

E’ Lorenzo Musetti il nuovo campione dell’Hamburg European Open, torneo Atp 500. Il toscano, 20 anni e numero 62 del mondo (ma da domani diventerà 31), ha battuto in 2 ore e 46 minuti lo spagnolo Carlos Alcaraz, numero 6 del seeding. Nel primo set il break decisivo il tennista italiano lo piazza sul 3-3, portandosi avanti 4-3 e servizio per poi chiudere sul 6-4. Nel secondo set Musetti strappa subito il servizio all’avversario e sul 5-4 ha due match point, entrambi annullati da Alcaraz che poi riesce a breakkare il toscano e a portarsi sul 5-5. Si arriva così al tie break: Musetti ha altri 3 match point (due sul suo servizio). Lo spagnolo però li annulla tutti e poi va a vincere il set grazie a un doppio fallo dell’italiano. Si va al terzo. La partita procede equilibrata e senza break fino al 5-4 per Musetti, servizio Alcaraz. Lo spagnolo concede il sesto match point e questa volta, complice un rovescio lungo dello spagnolo, il tennista italiano riesce a portare a casa la partita e il torneo. E’ la prima finale persa da Alcaraz in carriera. Il punteggio finale recita 6-4 6-7 (6-8) 6-4 per Musetti.

Una dedica alla nonna

"Non è facile parlare dopo una finale così. Mi congratulo col mio avversario, è un giocatore incredibile. Ha salvato tanti match point, è un grande lavoratore insieme al suo team". Così Lorenzo Musetti dopo il successo nell’ATP 500 di Amburgo in finale contro lo spagnolo Carlos Alcaraz. Per il tennista italiano è il primo titolo ATP in carriera. Da domani Musetti sarà il numero 31 al mondo. "E' stato un match divertente e spero di poter giocare tante altre battaglie con Alacaraz in futuro - ha aggiunto Musetti -. Ringrazio il mio team e Simone Tartarini che sono riuscito a far piangere. Siamo un grande team. Ringrazio i miei genitori che non sono qui purtroppo ma avranno seguito la partita in tv e avranno pianto anche loro. Voglio ringraziare anche mia nonna, ho un grande rapporto con lei. Le dedico il trofeo. Infine, ringrazio la città di Amburgo, un grande torneo, mi sono divertito, sono stato bene. Era la mia prima volta qui. Non pensavo di vincere il torneo, ma il tennis è così".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook