Lunedì, 06 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Juve, parla John Elkann: "Sentenza ingiusta. Bisogna cambiare il calcio in Italia"
L'INTERVISTA

Juve, parla John Elkann: "Sentenza ingiusta. Bisogna cambiare il calcio in Italia"

«Spero che insieme alle altre squadre e al Governo possiamo cambiare il calcio nel nostro Paese, per costruire un futuro sostenibile e ambizioso». Lo dice John Elkann, presidente di Exor, che controlla la Juventus, in una lunga intervista a Repubblica in occasione dell’anniversario della morte di Gianni Agnelli. Tra le passioni dell’Avvocato, scomparso il 24 gennaio 2003, c'erano il calcio e la sua Juventus.

«La Juventus non è il problema, ma è e sarà sempre parte della soluzione. Qui è in gioco il futuro della serie A e del calcio italiano, che sta diventando marginale e irrilevante», dice Elkann che parla di sentenza ingiusta. «La Juventus è la squadra italiana più amata e seguita: rappresenta il nostro calcio nazionale. L’ingiustizia di questa sentenza è evidente: in molti l’hanno rilevato, anche non di fede bianconera e noi ci difenderemo con fermezza per tutelare l’interesse dei tifosi della Juve e di tutti quelli che amano il calcio».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook