Lunedì, 05 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca L'ultimo saluto di papà Tiziano al suo Mattia: "Torneremo a girare in vespa e a tirar baci"

L'ultimo saluto di papà Tiziano al suo Mattia: "Torneremo a girare in vespa e a tirar baci"

«Torneremo a girare in vespa e a tirar baci, Mattia saluta tutti. Vi vogliamo bene». Con tre righe e una foto che ritrae lui e il piccolo Mattia sorridenti sulla moto, Tiziano Luconi, ha affidato al suo profilo social un pensiero al figlio di 8 anni, la più giovane tra le vittime dell’alluvione del 15 settembre scorso, il cui corpo senza vita è stato ritrovato ieri, immerso nel fango, in un terreno agricolo nel comune di Trecastelli, a 13 chilometri di distanza da dove era scomparso.

Il corpo di Mattia Luconi è stato trasportato all’ospedale di Senigallia. Sarà sottoposto ad ispezione cadaverica, al termina della quale si deciderà se sarà necessario effettuare un’autopsia. La piccola salma non è stata ancora identificata ufficialmente ed è possibile che sia necessario l’esame del Dna.

«Eravamo consapevoli che non c'erano più speranze: ne avevo parlato anche ieri con la mamma di Mattia. Nonostante tutto, Silvia era molto lucida e abbiamo pregato per trovare il corpo del bambino». Commosso alle lacrime Marco Manfredi, sindaco di Castelleone di Suasa, dove questo pomeriggio è stato ritrovato il corpo di Mattia Luconi, 8 anni, sfuggito dalle braccia della mamma dopo essere stato colpito, giovedì 15 settembre, da un’onda di acqua detriti. Piange Riccardo Pasqualini, sindaco di Barbara, una delle città più colpite dall’alluvione e dove la famiglia Luconi era di casa: «Non ho parole. Questa è una tragedia, la nostra comunità è sconvolta»

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook