Sabato, 28 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Foto Cronaca Si opera per non avere figli, la storia dell'influencer Francesca Guacci: "E' una mia scelta"

Si opera per non avere figli, la storia dell'influencer Francesca Guacci: "E' una mia scelta"

"I figli non sono semplicemente un accessorio: meritano amore, tempo, attenzioni. Per la vita che voglio io, non c’è posto per loro. Sono consapevole dei miei gusti e del mio egoismo, ma al tempo stesso credo che ogni donna debba essere libera di prendere la scelta che ritiene più opportuna". Francesca Guacci, 28 anni, di Massanzago (Padova),  fitness influencer non ha avuto dubbi, ha scelto consapevolemente la sua strada. Una scelta di vita, di cui non si è pentita. Cinque anni fa ha deciso di sottoporsi ad un intervento di salpingectomia bilaterale che porta all’impossibilità di incorrere in una gravidanza naturale. Di fatto le sono state rimosse le tube di falloppio. La Guacci ha raccontato la sua storia a "Il Gazzettino", sottolineando come abbia dovuto affrontare anche tante resistenze.

«Ho scoperto che esisteva questa possibilità quando ero adolescente e gran parte delle conoscenze le ho apprese attraverso il web, perché i medici sono sempre stati poco predisposti. Il mio ginecologo e i vari dottori ai quali mi sono rivolta non volevano fornirmi le informazioni necessarie, pareva sempre che fossi troppo piccola e troppo immatura. A 22 anni non ce l’ho più fatta e ho preteso di affrontare quell’intervento, anche perché nel frattempo avevo intrapreso un profondo percorso personale. Lo ritenevo un mio preciso diritto e dovere». L'intervento le è stato negato in un ospedale di Padova, mentre è stato eseguito nel Veronese: «Gli anticoncezionali non erano abbastanza per me. Prima dell’operazione vivevo ogni rapporto con il terrore di rimanere incinta, diventavo odiosa e intrattabile, non mi sentivo mai serena e libera. Mi è successo di non avere la copertura della pillola, che il preservativo si rompesse». L'ipotesi di cambiare idea tra qualche tempo non la spaventa: «Ogni decisione porta con sé una responsabilità. Non credo che mi pentirò mai. E, se anche dovesse accadere, penserò alla fecondazione in vitro».

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook