Giovedì, 18 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Foto Mondo La Corte Suprema Usa revoca il diritto all'aborto: proteste a Washington

La Corte Suprema Usa revoca il diritto all'aborto: proteste a Washington

La Corte Suprema americana ha revocato la sentenza Roe v. Wade che aveva legalizzato il diritto di aborto. La decisione lascia liberi gli Stati di vietare l’interruzione di gravidanza.

Fuori dalla Corte Suprema degli Stati Uniti è scoppiata la protesta, pochi minuti dopo che i massimi giudici hanno abolito il diritto all’aborto dopo 50 anni. I manifestanti stanno aumentando ogni minuto che passa, c'è anche un contigente di anti-abortisti che si sono abbracciati e hanno esultato alla notizia che la Corte Suprema ha rovesciato la storica sentenza "Roe v. Wade".

Biden: tragico errore Corte suprema per ideologia estrema

Ribaltare la sentenza "Roe v. Wade" è «un tragico errore», frutto di una «ideologia estrema" dominante nella Corte suprema Usa: lo ha detto Joe Biden parlando dalla Casa Bianca e ammonendo che ora «sono a rischio la salute e la vite delle donne nel Paese».

Obama accusa: attaccate le libertà di milioni di americani

Barack Obama attacca la Corte Suprema sull'aborto, accusandola di aver «attaccato le libertà fondamentali di milioni di americani» con la sua decisione.

Procuratore Texas: "Aborto ora illegale nello Stato"

L’aborto è illegale in Texas con effetto immediato. Lo afferma il procuratore generale del Texas, Ken Paxton, sottolineando che chi le strutture che offrono le interruzioni di gravidanza possono essere considerate da "responsabili penalmente a partire da oggi".

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook