Giovedì, 18 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Foto Mondo Ucraina, missile su un condominio ad Odessa: 18 morti, anche due bambini

Ucraina, missile su un condominio ad Odessa: 18 morti, anche due bambini

Due bambini sono rimasti uccisi da missili russi nel distretto di Belgorod-Dniester della regione meridionale di Odessa, che ha provocato 18 vittime in totale, secondo l’ultimo aggiornamento del governatore Maksym Marchenko. Lo riporta il Guardian. L’attacco notturno è stato lanciato da aerei strategici Tu-22 provenienti dal Mar Nero, tre missili X-22 hanno colpito un edificio residenziale e un centro ricreativo. Questa mattina sono state identificate 18 vittime, tra cui i 2 bambini, 31 civili sono stati feriti, tra loro 4 bambini e una donna incinta. Otto persone sono state salvate dalle macerie, anche 3 bambini.

Aggiornamenti

Lavrov, ora la Nato vuole spingere linea difesa nel mar Cinese

«Ora dicono che la Nato dovrebbe acquisire una dimensione globale dal punto di vista della responsabilità per la sicurezza in tutto il mondo, quando parlano della regione indo-pacifica e hanno appositamente ideato questo termine per cercare di attirare anche l’India nelle loro reti e quindi la Nato dovrebbe essere responsabile della sicurezza anche in quella parte del mondo": lo ha detto il ministro degli esteri russo Serghey Lavrov durante un incontro con gli studenti e il corpo docente dell’Università statale bielorussa, come riporta la Tass. «In altre parole, non nascondono nemmeno che la prossima linea di difesa di questa cosiddetta alleanza difensiva sarà nel Mar Cinese Meridionale, perché la Cina è già indicata nei documenti finali del vertice di Madrid, che si è concluso l’altro giorno, come una sfida importante, sistemica e a lungo termine», ha sottolineato Lavrov.

La Russia si ritira dall'Isola dei Serpenti, Gb: "Non per buona volontà"

«È molto probabile che la Russia si sia ritirata dall’Isola dei Serpenti a causa dell’isolamento della guarnigione e della sua crescente vulnerabilità agli attacchi ucraini, piuttosto che come 'gesto di buona volontà', come ha affermato». Lo scrive su Twitter l’intelligence del Ministero della Difesa britannica nel suo ultimo aggiornamento.

Mariupol, trovata nuova fossa comune con 100 cadaveri

Un’altra fossa comune con più di cento corpi è stata trovata a Mariupol, città dell’Ucraina sud-orientale occupata dall’esercito russo. Lo ha annunciato il consigliere del sindaco Petro Andryushchenko, citato da Unian.

Resti umani tra le macerie del centro di Kremenchuk

Ventotto frammenti di corpi umani sono stati trovati tra le macerie del centro commerciale di Kremenchuk, nella regione di Poltava, distrutto da un attacco russo in cui hanno perso la vita 18 civili. Lo riferisce l'addetta stampa del Dipartimento principale del Servizio statale di emergenza Iryna Zub, citata da Unian. Il lavoro di recupero dei cadaveri è complicato dal fatto che le strutture in cemento armato e metallo si sono sciolte durante l'esplosione.

Mykolaiv colpita con bombe a grappolo, vittime

L’area portuale di Mykolaiv, nel Sud dell’Ucraina, è stata colpita da 'proiettili a grappolo proibiti', ci sono vittime. Lo riferisce il governatore Vitaliy Kim aggiornando le notizie fornite dal sindaco Oleksandr Sienkovych secondo il quale dieci missili sono stati lanciati questa mattina sulla città nell’arco di 25 minuti. Lo riporta il Guardian.

Stoltenberg, "Più armi pesanti per rafforzare Kiev"

L’Ucraina deve ottenere «più armi pesanti, equipaggiamento più moderno, che devono essere consegnati più velocemente». Lo ha affermato il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, in un’intervista alla tv tedesca ZDF ricordando il pacchetto di aiuti militari appena approvato dal vertice Nato di Madrid. L’obiettivo principale degli aiuti militari, ha spiegato Stoltenberg, è quello di «rafforzare la posizione dell’Ucraina in vista dei futuri negoziati di pace con la Russia».

I russi tentano di accerchiare Lysychansk da Sud e Ovest

L’esercito russo sta cercando di accerchiare le truppe ucraine da Sud e da Ovest fuori dalla città di Lysychansk, nella regione di Lugansk: ha dichiarato lo Stato Maggiore delle Forze Armate di Kiev nel report della mattina riferito da Ukrinform. Nell’area di Lysychansk, le unità ucraine sono state sottoposte al fuoco dell’artiglieria fuori dagli insediamenti di Siversk, Bilohorivka, e Vovchoyarivka. I russi stanno tentando di prendere il controllo di un tratto dell’autostrada Bakhmut-Lysychansk.

© Riproduzione riservata

TAG:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook