Giovedì, 18 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Paola Turci e Francesca Pascale si sposano sabato: la cerimonia a Montalcino

Paola Turci e Francesca Pascale si sposano sabato: la cerimonia a Montalcino

Fiori d’arancio per la cantautrice Paola Turci e la ex compagna di Silvio Berlusconi, Francesca Pascale. Il rito sarà celebrato sabato 2 luglio in Comune a Montalcino (Siena) mentre i festeggiamenti serali dovrebbero tenersi nel castello di Velona, luogo da sogno sempre nel cuore della Val d’Orcia. Il legame d’amore tra le due donne, 57 anni la cantante e 36 Pascale, era stato ufficializzato dalla pubblicazione di una foto su uno yacht su un settimanale pochi mesi dopo la rottura con Berlusconi. Secondo quanto si apprende, la coppia avrebbe richiesto il massimo riserbo sulle nozze che dovrebbero celebrarsi in maniera intima e riservata a pochi invitati.

Una Paola Turci commossa fino alle lacrime dopo una manifestazione a Milano per il ddl Zan: è l'immagine postata da Luca Paladini, portavoce dei Sentinelli di Milano, l’associazione che lotta per i diritti civili e Lgbt annunciando l’unione civile, sabato 2 luglio, della musicista con Francesca Pascale. «Era appena scesa dal palco. Tremava, era emozionata. Era la prima volta che insieme alla sua compagna partecipava a una manifestazione per i diritti civili. Mi colpì - scrive Paladini - quell'emozione per una abituata a grandi palcoscenici e platee. Era evidente che in quella piazza metteva in gioco qualcosa di più. Sabato si unirà civilmente con Francesca e sappiamo che non smetterà d’essere a fianco della comunità LGBT+ perché la lotte sono appena cominciate. Auguri!». Anche sul profilo facebook dell’associazione è riportata una foto di Turci e Pascale. Con una sottolineatura: «Le parole sono importanti, diceva quel tale. Lo sono anche per notizie come questa. Non ci sarà nessun matrimonio sabato, perché tutto quello che questo Stato ci ha dato finora si chiama unione civile. Che è un’altra cosa. Una cosa che vale meno. Il matrimonio egualitario resta una battaglia dei Sentinelli e di tutta la comunità LGBT+. Resta un diritto da conquistare. Intanto auguri a Paola e Francesca»

"Auguri alle spose! Le nozze annunciate di Francesca Pascale e Paola Turci rappresentano un bel messaggio per quell'Italia che ha saputo fare passi avanti nei diritti civili e anche per tutti coloro che ancora si oppongono. Ci spiace solo non poterlo chiamare a pieno matrimonio ma unione civile. Un obiettivo su cui stiamo lavorando e che dovrebbe essere conquistato per una piena uguaglianza, ma su cui ad oggi nessuna forza politica si è mai impegnata. Anche Francesca Pascale ha sostenuto con noi il Referendum sul matrimonio Lgbt+, che trasformava le unioni civili in matrimonio. Referendum ora fermo in attesa d ella sentenza della Corte Costituzionale sulle eccezioni che il tribunale di Lucca, come noi, ha rilevato sulle discriminazioni delle persone Trans nel testo di legge sulle Unioni Civili". Lo dichiara Fabrizio Marrazzo, portavoce partito Gay Lgbt+, solidale, ambientalista, liberale.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook