Mercoledì, 03 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Foto Sport Luis Alberto e Immobile schiantano la Roma. Il meglio del derby dal 2000 in poi FOTO

Luis Alberto e Immobile schiantano la Roma. Il meglio del derby dal 2000 in poi FOTO

di

Alla fine la spunta la Lazio. Trascinati da un Luis Alberto in versione Zidane, i biancocelesti si schiantano sulla Roma (3-0) e riabilitano la squadra di Simone Inzaghi nella corsa per l'Europa.

Il tabellino

Marcatori: 15′ pt Immobile, 24′ pt e 22 st Luis Alberto

LAZIO (3-5-2): Reina; Luiz Felipe (23′ st Patric), Acerbi, Radu (39′ st Hoedt); Lazzari, Milinkovic, Leiva (19′ st Escalante), Luis Alberto, Marusic; Caicedo (19′ st Akpa Akpro), Immobile (39′ st Muriqi). ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini (24′ st Borja Mayoral), Smalling, Ibanez; Karsdorp, Veretout (45′ pt Pedro), Villar (13′ st Cristante), Spinazzola (24′ st Bruno Peres); Mkhitaryan, Pellegrini; Dzeko. ARBITRO: Orsato. AMMONITI: Milinkovic-Savic, Radu, Mancini, Acerbi, Smalling, Luiz Felipe, Leiva, Pedro, Mkhitaryan.

Cosa significa il derby per Roma

Una continua conquista della città eterna. Una missione divisa, da sempre, da differenze cromatiche molto marcate: il biancazzurro della Lazio e il giallorosso della Roma. Non c'è spazio che per uno solo. Da sempre. Ecco perché nella Capitale il derby ha un valore molto, molte simile alla vittoria di uno Scudetto. Roba da bigiare la scuola o disertare il lavoro (ad avercela anche solo la possibilità di farlo, ai tempi del Covid...), all'indomani di una sconfitta, per non incrociare lo sguardo e l'inevitabile sfottò del detestato “fratello” (troppo poche due virgolette appena?) romano. Quasi come se Romolo e Remo fossero stati allattati da due lupe diverse. Anzi, quasi come se uno fosse stato stato allattato da una lupa, mentre l'altro fosse cresciuto sotto le ali protettive di un'aquila. Perché Roma-Lazio è anche una questione di gusti sonori: il sibilo del volatile che solca il cielo (manco a dirlo, biancoceleste) o l'ululato del lupo teso a squarciarlo quel cielo.

I derby dei campioni, i derby degli insospettabili

Il primo derby silenziato del nuovo millennio - per cause di forza maggiore - vivrà un po' sull'onda emotiva delle gesta passate. Dalla doppietta di un Totti verso il tramonto di una carriera unica, ai gol sui titoli di coda dei gregari Castroman e Behrami, passando per il saluto romano di Paolo Di Canio e fino ad arrivare alla manita rifilata dai giallorossi ai biancolesti (con poker di Montella - «due gol de piedi e due... de Nesta», ironizzavano i supporter romanisti - e palombella con dedica dell'eterno capitano a quella che sarebbe presto diventata la sua Ilary). Ma anche derby mai giocati (nel 2004 è stato sospeso e poi interrotto definitivamente), derby di Coppa (Lulic sarà per sempre un eroe per la parte biancoceleste della città), derby disputati a orari improbabili (in notturna, certo, ma anche all'ora di pranzo).

Una sfida tutta... cosentina

Ma Roma-Lazio e Lazio-Roma hanno diviso anche la città dei bruzi. Perché? Per informazioni chiedere a Stefano Fiore - bandiera biancoceleste - e Simone Perrotta - tra i simboli giallorossi d'inizio nuovo millennio - che si sono incrociati sotto lo stesso cielo capitolino, con lo stesso sangue in corpo ma con due divise diverse. Opposte. Entrambi hanno timbrato il cartellino e fatto gioire le rispettive tifoserie.

La doppia vita di Kolarov e gli illustri predecessori

Il nuovo millennio del derby ha anche raccontato la strana storia di Kolarov. Nel giro di pochi anni, l'esterno sinistro serbo ha difeso prima i colori della Lazio e poi quelli della Roma. Caso più che raro (unico dal nuovo millennio poi). Sfogliano l'album dei ricordi a ritroso, la stessa sorte di Kolarov è toccato al tecnico boemo Znedek Zeman, piuttosto che il portiere Angelo Peruzzi, il centrocampista Diego Fuser, l'attaccante Roberto Muzzi e il difensore Sinisa Mihajlovic.

I numeri recenti del derby

Racchiudere interi decenni di stracittadine non è semplice né rende l'idea di quali binari abbia solcato la partitissima capitolina negli ultimi tempi. Ecco perché abbiamo raccolto i numeri del derby, cominciano dal primo del nuovo millennio:

Lazio 10 derby vinti
Roma 18 derby vinti
Pareggi 13

Gol Lazio 48
Gol Roma 64

Marcatori Roma 35
Marcatori Lazio 31

Risultati e marcatori dei derby dal 2000 a oggi

1999-2000

-
Lazio-Roma 2-1 Nedved, Veron; Montella

2000-2001

Roma-Lazio 2-2 Batistuta, Delvecchio; Nedved, Castroman
Roma-Lazio 2-0 Delvecchio, Totti

2001-2002

Lazio-Roma 1-5 Stankovic; Montella 4, Totti
Roma-Lazio 2-0 Delvecchio, Totti

2002-2003

Lazio-Roma 2-2 Fiore, Stankovic; Delvecchio, Batistuta
Roma-Lazio 1-1 Cassano; Stankovic

2003-2004

Roma-Lazio 2-0 Mancini, Emerson
Lazio-Roma 1-1 Corradi; Totti

2004-2005

Lazio-Roma 3-1 Di Canio, Cesar, Rocchi; Cassano
Roma-Lazio 0-0

2005-2006

Roma-Lazio 1-1 Totti; Rocchi
Lazio-Roma 0-2 Taddei, Aquilani

2006-2007

Lazio-Roma 3-0 Ledesma, Oddo, Mutarelli
Roma-Lazio 0-0

2007-2008

Roma-Lazio 3-2 Vucinic, Mancini, Perrotta; Rocchi, Ledesma
Lazio-Roma 3-2 Pandev, Rocchi, Behrami; Taddei, Perrotta

2008-2009

Roma-Lazio 1-0 Baptista
Lazio-Roma 4-2 Pandev, Zarate, Lichtsteiner, Kolarov; Mexes, De Rossi

2009-2010

Roma-Lazio 1-0 Cassetti
Lazio-Roma 1-2 Rocchi; Vucinic 2

2010-2011

Roma-Lazio 2-1 Borriello, Simplicio; Hernanes
Roma-Lazio 2-0 Totti (2)

2011-2012

Lazio-Roma 2-1 Hernanes, Klose; Osvaldo
Roma-Lazio 1-2 Borini; Hernanes, Mauri

2012-2013

Lazio-Roma 3-2 Candreva, Klose, Mauri; Lamela, Pjanic
Roma-Lazio 1-1 Totti; Hernanes

2013-2014

Roma-Lazio 2-0 Balzaretti, Ljajic
Lazio-Roma 0-0

2014-2015

Roma-Lazio 2-2 Totti 2; Mauri, Felipe Anderson
Lazio-Roma 1-2 Djordjevic; Iturbe, Yanga Mbigwa

2015-2016

Roma-Lazio 2-0 Dzeko, Gervinho
Lazio-Roma 1-4 Parolo; El Shaarawy, Dzeko, Florenzi, Perotti

2016-2017

Lazio-Roma 0-2 Strootman, Nainggolan
Roma-Lazio 1-3 De Rossi; Keita 2, Basta

2017-2018

Roma-Lazio 2-1 Perotti, Nainggolan; Immobile
Lazio-Roma 0-0

2018-2019

Roma-Lazio 3-1 Pellegrini, Kolarov, Fazio; Immobile
Lazio-Roma 3-0 Caicedo, Immobile, Cataldi

2019-2020

Lazio-Roma 1-1 Luis Alberto; Kolarov
Roma-Lazio 1-1 Dzeko, Acerbi

La Top venti dei cannonieri del nuovo millennio

Totti (Roma) 10
Rocchi (Lazio) 5
Montella (Roma) 5
Delvecchio (Roma) 4
Hernanes (Lazio) 4
Vucinic (Roma) 3
Stankovic (Lazio) 3
Dzeko (Roma) 3
Mauri (Lazio) 3
Immobile (Lazio) 3
Batistuta (Roma) 2
Nedved (Lazio) 2
Cassano (Roma) 2
Ledesma (Lazio) 2
Mancini (Roma) 2
Pandev (Lazio) 2
Taddei (Roma) 2
Klose (Lazio) 2
Perrotta (Roma) 2
Keita (Lazio )2
Perotti (Roma) 2
Nainggolan (Roma) 2
KOLAROV 3 (2 Roma, 1 Lazio)

Gli altri marcatori della Lazio

Veron 1
Castroman 1
Fiore 1
Corradi 1
Di Canio 1
Cesar 1
Oddo 1
Mutarelli 1
Behrami 1
Zarate 1
Lichtsteiner 1
Candreva 1
Felipe Anderson 1
Djordjevic 1
Parolo 1
Basta 1
Caicedo 1
Cataldi 1
Luis Alberto 1
Acerbi 1

Gli altri marcatori della Roma

Emerson 1
Aquilani 1
Baptista 1
Mexes 1
De Rossi 1
Cassetti 1
Borriello 1
Fabio Simplicio 1
Osvaldo 1
Borini 1
Lamela 1
Pjanic 1
Balzaretti 1
Ljajic 1
Iturbe 1
Yanga Mbigwa 1
Gervinho 1
El Shaarawy 1
Florenzi 1
Strootman 1
Pellegrini 1
Fazio 1

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook