Martedì, 05 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Foto Sport Luna Rossa nella storia: vince la Prada Cup. Un trionfo che parla siciliano

Luna Rossa nella storia: vince la Prada Cup. Un trionfo che parla siciliano

Luna Rossa chiude i conti sul 7-1 contro Ineos Team Uk, vince la Prada Cup e conquista il diritto a sfidare Emirates New Zealand per la Coppa America. Nelle acque di Auckland, l’imbarcazione italiana si aggiudica le ultime due regate necessarie, rifilando agli inglesi 1'45" nella settima contesa e 56" nell’ottava e ultima sfida. Per la seconda volta nella sua storia, Luna Rossa avrà così la possibilità di giocarsi in acqua il più antico trofeo sportivo e come nel 2000 se le vedrà col Defender Emirates New Zealand. Appuntamento a partire dal 6 marzo, nelle acque del Golfo neozelandese di Hauraki.

Grazie al successo su Ineos Team UK ed alla vittoria della Prada Cup, Luna Rossa è quindi lo sfidante per la seconda volta nella storia della Americàs Cup: era successo nel 2000, proprio a Auckland, quando la barca italiana si era meritata il soprannome di Silver Bullet. Patrizio Bertelli dopo quella prima sfida ne ha volute altre cinque, questa attraverso il Circolo della Vela Sicilia. «Un bravo all’equipaggio - ha detto l’armatore - ed a tutto il team che ha lavorato senza sosta per ottenere il risultato. Adesso dobbiamo pensare al Match finale dell’Americàs Cup contro i neozelandesi». Le due regate decisive si sono incastonate in una giornata perfetta per l’equipaggio condotto dai due timonieri Francesco Checco Bruni e James Jimmy Spithill, che ha chiuso ogni porta all’avversario. Luna Rossa accede al 36/mo Match dell’Americàs Cup dopo aver battuto 7-1 Britannia, la barca presentata dal Royal Yacht Squadron di Cowes, uno dei templi della vela. Il super equipaggio di Sir Ben Ainslie, finanziato da Sir Jim Ratcliffe, non ce l’ha fatta e non potrà tentare di riportare la Coppa la dove manca da 170 anni.

Un trionfo che parla siciliano

«Per Luna Rossa un vero trionfo in Prada Cup che parla anche palermitano con Francesco Bruni e Agostino Randazzo con cui mi sono sentito spesso in questi giorni seguendo questa splendida impresa. Buon vento e buona
onda verso l’Americàs Cup». Così il sindaco di Palermo Leoluca Orlando con un messaggio via Twitter ha celebrato la vittoria per 7-1 di Luna Rossa su Ineos Team Uk che ha permesso alla barca del Circolo della Vela Sicilia, di aggiudicarsi la Prada Cup e la possibilità di essere lo sfidante del Team New Zealand per la 36esima Americàs Cup che inizierà il 6 marzo ad Auckland.

Nelle parole del sindaco il riferimento al cuore palermitano che pulsa nel corpo di Luna Rossa: «Checco» Bruni è il timoniere palermitano che è cresciuto al Circolo Lauria e che oggi è il direttore sportivo del Circolo Velico di Sferracavallo; Agostino Randazzo, che assiste alle regate ad Auckland, è il presidente del Circolo della Vela Sicilia che è il sodalizio per cui regata Luna Rossa e il circolo che ha scritto le regole della sfida insieme a Team New Zealand in qualità di Challenger of Record, vale a dire circolo che per primo ha sfidato i detentori della Coppa America.

Per i tre circoli palermitani è stata una notte di veglia con i televisori accesi sul campo di regata. Poi dopo la seconda
sfida che ha certificato la vittoria per 7-1 nonostante il brivido di una penalizzazione per partenza anticipata, è esplosa la gioia. «Luna Rossa non è mai stata così bella - scrive Gabriele Bruni, fratello del timoniere di Luna Rossa sui social ed esperto velista - domina sull'acqua e applica una tattica di regata perfetta. L’unica cosa che conta è che abbiamo vinto e siamo in finale con i neozelandesi. La mamma balla e canta! Sarà una bella domenica in casa Bruni e in tutta Italia! E non cambiate le mutande, conservatele e poi le rimetterete! (cita un gesto scaramantico, ndr)».

«Per noi palermitani - dice il presidente del Circolo della Vela Sicilia Agostino Randazzo - è una grandissima soddisfazione il fatto che Luna Rossa, la barca degli italiani, ha radici solide a Palermo». E anche gli altri sport di solito più celebrati rendono omaggio a Luna Rossa: l’attaccante della squadra di calcio del Palermo Andrea Saraniti ha promesso una maglia rosanero con tanto di scritta «Bruni» e «Luna Rossa» sulle spalle per ringraziare il  timoniere che in diretta mondiale durante le regate ha urlato «Forza Palermo».

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook