Giovedì, 27 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Foto Sport La Juventus cade in casa con l'Atalanta: Champions a -7! L'Inter conquista Venezia

La Juventus cade in casa con l'Atalanta: Champions a -7! L'Inter conquista Venezia

Venezia-Inter 0-2

Marcatori: 34' pt Calhanoglu, 51' st Lautaro Martinez (rig).
Venezia: Romero 6.5; Mazzocchi 6 (17' st Johnsen 5.5), Caldara 6, Ceccaroni 6, Haps 5; Ampadu 6 (40' st Crnigoj sv), Vacca 6 (26' st Tessmann 6), Busio 6.5; Aramu 6.5 (26' st Henry sv), Okereke 5.5 (40' st Forte sv), Kiyine 6. Allenatore: Zanetti 6.
Inter: Handanovic 6; Skriniar 6.5, Bastoni 6.5, Dimarco 6.5; Darmian 6 (26' st Dumfries 6), Barella 6.5 (37' st Gagliardini sv), Brozovic 6.5, Calhanoglu 7 (12' st Vecino 6), Perisic 6 (37' st D’Ambrosio sv); Correa 5.5 (12' st Lautaro Martinez 6), Dzeko 6. Allenatore: Inzaghi 6.
Arbitro: Marinelli di Tivoli 6.
Note: Ammoniti: Aramu, Haps. Angoli: 3-9. Recupero: 1' pt, 7' st.
VENEZIA Dopo la qualificazione agli ottavi di Champions League, l’Inter batte il Venezia 2-0 al Penzo nell’anticipo della quattordicesima giornata e si porta momentaneamente ad un punto da Napoli e Milan. La squadra di Simone Inzaghi si conferma specialista da trasferta: va in gol da diciassette partite consecutive fuori casa in Serie A e solo nel 1951 (18) ha fatto meglio, mentre solo Bayern Monaco (42) e Liverpool (39) hanno segnato più dei nerazzurri (34) in Europea. All’Inter bastano 34' per festeggiare l’1-0 e la firma è la stessa delle ultime due partite in campionato: Hakan Calhanoglu riceve palla dal limite dell’area e lascia partire un destro che sorprende Romero. È la terza rete consecutiva del centrocampista turco che sale a quota quattro gol in campionato, tanti quanti ne aveva realizzati in tutta la passata stagione di Serie A. Sono quattro anche le reti stagionali di Aramu che al 39' sfiora il pareggio con un tiro dalla distanza che impegna Handanovic. L’Inter è in controllo ma non la chiude. Al 69' nuova grande chance: Vecino libera al tiro Dzeko che al momento della conclusione a rete è murato dall’uscita bassa di Romero. Al 71' cambia anche Zanetti: dentro Tessmann ed Henry e nuovo assetto col 4-4-2. Il Venezia alza il baricentro, attacca con più uomini ma non va oltre due conclusioni poco insidiose di Tessmann e Johnsen. Ad andare vicino al gol è sempre l’Inter: all’86' Dzeko guida un contropiede e accomoda un pallone per Dimarco che invece di servire Lautaro, sceglie la via del tiro senza sorprendere Romero, che si conferma il migliore dei suoi. Ma al 96' non può nulla dagli undici metri contro Lautaro Martinez, che porta l'Inter sul 2-0 su rigore dopo un tocco di mani di Haps in area.

 

Juventus-Atalanta 0-1

Marcatori: 28' pt Zapata

Juventus (4-3-3): Szczesny 6; Cuadrado 5, De Ligt 5.5, Bonucci 6, Alex Sandro 4.5; McKennie 6.5 (19' st Kean 5), Locatelli 6, Rabiot 5; Dybala 5, Morata 4 (40' st Kaio Jorge sv), Chiesa 5 (1' st Bernardeschi 5). In panchina: Pinsoglio, Perin, Chiellini, Arthur, Pellegrini, Rugani, Bentancur, Kulusevski, De Winter. Allenatore: Allegri 5.

Atalanta (3-4-1-2): Musso 6; Toloi 6.5, Demiral 6.5, Djimsiti 7; Zappacosta 6 (26' st Palomino 6), De Roon 6.5, Freuler 6.5, Maehle 6; Pessina 6 (14' st Pasalic 6), Malinovskyi 6 (42' st Koopmeiners sv); Zapata 7. In panchina: Rossi, Sportiello, Muriel, Pezzella, Hateboer, Scalvini, Miranchuk, Ilicic, Piccoli. Allenatore: Gasperini 7.

Arbitro: Ayroldi di Molfetta 6.

Note: cielo coperto, terreno in perfette condizioni. Ammoniti: Freuler, Malinovskyi, Zappacosta, Rabiot, Demiral, Bernardeschi, Djimsiti. Angoli: 6-4 per la Juventus. Recupero: 0'; 6'.

Torino - Grandissimo colpo dell’Atalanta, che si prende la terza vittoria consecutiva in campionato espugnando l’Allianz Stadium. Battuta la Juventus 1-0 grazie al lampo del solito Zapata, a segno per la settima gara di fila: la squadra di Gasperini agguanta momentaneamente al terzo posto l’Inter, impegnata più tardi con il Venezia, mentre gli uomini di Allegri, dopo il tonfo con il Chelsea in Champions, tornano a perdere anche in Serie A restando fermi in ottava posizione

Empoli-Fiorentina 2-1

Marcatori: 12' st. Vlahovic, 42'st. Bandinelli, 44'st. Pinamonti.
Empoli: Vicario 6; Stojanovic 6, Tonelli 5.5, Luperto 6, Parisi 5.5 (26' st Marchizza 6); Zurkowski 5.5 (43'pt Haas 6), Ricci 6, Henderson 5.5 (13'st. Bandinelli 6.5); Di Francesco 5.5 (26'st La Mantia 5.5); Pinamonti 6.5, Cutrone 5.5 (13'st Bajrami 6.5) Allenatore: Andreazzoli 6.
Fiorentina: Terracciano 6; Odriziola 5.5, Milenkovic 6, M.Quarta 5.5, Biraghi 5.5; Bonaventura 6 (34'st. Maleh sv), Torreira 6.5 (38'st Amrabat sv), Duncan 5.5 (1'st. Castrovilli 5); Callejon 6, Vlahovic 6.5, Saponara 6 (13'st Gonzalez 5.5). Allenatore: Italiano 5.5.
Arbitro: Sacchi di Macerata 6.
Note: Spettatori: 6000 circa. Ammoniti: Tonelli, Torreira. Angoli: 8 a 4 per l’Empoli. Recupero: 3'pt, 5'st.
Empoli: Clamoroso sorpasso sul filo di lana dell’Empoli sulla Fiorentina che era passata in vantaggio con Vlahovic. Nel giro di due minuti Bandinelli e Pinamonti ribaltano match e risultato.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook