Giovedì, 01 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Foto Sport Champions, si parte! Subito grandi sfide. La Juve a Parigi, il Milan in Austria. Domani Inter e Napoli

Champions, si parte! Subito grandi sfide. La Juve a Parigi, il Milan in Austria. Domani Inter e Napoli

Il conto alla rovescia è finito. La Champions è pronta a regalare emozioni e tanti soldi da domani alle finale di Istanbul del 10 giugno 2023. Le 32 partecipanti si spartiranno infatti 2 miliardi, la vincitrice potrà arrivare a 85 milioni. Il Real Madrid, che ha alzato la Coppa 5 volte negli ultimi 9 anni, è favorito col Manchester City di Guardiola, il Bayern di Nagelsmann, il PSG dei tre tenori Messi-Mbappé-Neymar, il Liverpool di Klopp.

Da tenere d’occhio il nuovo Barca di Lewandowski, il Tottenham di Conte, il Chelsea di Tuchel. Le quattro italiane (Milan, Inter, Napoli e Juve) si sono rinforzate col mercato e sperano di passare in blocco agli ottavi. Enorme valore simbolico suscita, nonostante la guerra in Ucraina, la presenza dello Shakhtar che giocherà a Kiev. Mancherà, dopo 20 anni consecutivi, uno dei simboli della manifestazione, Cristiano Ronaldo, che parteciperà all’Europa League col Manchester United. I 'Red Devils' saranno tra i favoriti della manifestazione con le migliori terze della Champions, oltre all’Arsenal, a Lazio e Roma, vincitrice della prima edizione della Conference League. La terza coppa dell’Uefa vede competitive, oltre alle migliori retrocesse dalla Europa League, Villarreal, West Ham, Nizza, Colonia e Fiorentina.

Tre dei quattro match clou della prima giornata di Champions vedranno impegnate allo spasimo Juve, Napoli e Inter. I bianconeri, opachi a Firenze, testeranno la qualità del PSG, cui Galtier sta cercando di dare un’identità che non sia la somma delle individualità di spicco. Messi, Neymar e Mbappé sono in grande forma. Il punto debole può essere il passaggio alla difesa a tre che sembra avere disorientato Marquinhos. Dei grandi ex, Di Maria è alle prese con un nuovo infortunio e Paredes ancora deve entrare nei meccanismi della Juve che ritrova Bonucci e può contare su un Vlahovic, cui è stata risparmiata la "corrida" con gli ex compagni in viola. Nell’altro incontro del girone, il Benfica (grosso ostacolo per il secondo posto) è favorito sul Maccabi Haifa.

Stabilire quale gara, tra Psg-Juve, Napoli-Liverpool e Inter-Bayern, sia più spettacolare e appetibile, è solo questione di gusti. Probabilmente però è la squadra di Spalletti quella che potrebbe avere più chance di imporsi. Il Napoli fila come un treno, tra vecchi e i tanti nuovi la chimica è scattata, Osimhen e Kvara hanno fame della ribalta europea. Il Liverpool di Klopp invece non ha mai avuto un inizio così stentato, Spalletti non si fida perchè la qualità dei Reds è stellare, ma affrontarli ora forse è un vantaggio, inoltre Klopp ha trovato tre ko nei suoi incroci col Napoli. Ajax favoriti, nonostante le cessioni milionarie, nella sfida coi Rangers, che ha eliminato il Psv negli spareggi. Impegno tosto per l’ondivaga Inter, tesa perchè al ko con la Lazio si è aggiunto quello più pesante nel derby. La difesa sembra in affanno e non poteva capitare di peggio dell’attacco fantasia e qualità del Bayern che ha aggiunto Manè ai giocolieri Sanè , Musiala, Gnabry, con Mueller e Coman di scorta. Per ora l'assenza pesante di Lewandowski non si è sentita. In questo girone di ferro il nuovo Barca di Xavi dovrebbe disporre del Plzen nell’altra gara del gruppo. Il quarto big match vede il Manchester City di Haaland (10 gol in 5 gare) nettamente favorito sul Siviglia di Lopetegui, impelagato nel penultimo posto in Liga. Dortmund favorito sul Copenaghen nell’altra sfida. L’unica italiana favorita è il Milan scintillante di Pioli e Leao, che ha dominato il derby e che gioca domani in casa del Salisburgo, la prima austriaca a qualificarsi la fase a eliminazione diretta della Champions. Nonostante l’inizio balbettante, a vincere il girone dovrebbe essere il Chelsea di Koulibaly che esordisce in casa della Dinamo Zagabria, la prima squadra dell’ex Kovacic. Nel gruppo F i campioni del Real Madrid, già in fuga in Liga grazie ai gol di Vinicius e Rodrygo, gioca in casa del Celtic mentre il Lipsia, in crisi in Bundesliga, festeggia la presenza in Champions dello Shakhtar.

Nel gruppo B c'è un classico del calcio iberico, Atletico Madrid-Porto, che si ritrovano per il secondo anno di fila, mentre c'è equilibrio tra Bruges e un Leverkusen che ha cominciato in maniera catastrofica la Bundesliga (4 ko in 5 gare). Sfida un pò italiana nel gruppo D tra il Tottenham di Conte e il Marsiglia di Tudor, che hanno invece iniziato bene la stagione; equilibrio tra Francoforte (vincitore della Europa League) e Sporting Lisbona.

Il programma della prima giornata

Oggi: -Gruppo E: Dinamo Zagabria-Chelsea (18.45), Salisburgo-Milan -Gruppo F: Lipsia-Shakhtar, Celtic-Real Madrid -Gruppo G:Dortmund-Copenaghen (18.45), Siviglia-Manchester City -Gruppo H: PSG-Juventus, Benfica-Maccabi Haifa

Mercoledì 7: -Gruppo A: Ajax-Rangers (18.45), Napoli-Liverpool -Gruppo B: Atletico Madrid-Porto, Bruges-Leverkusen -Gruppo C: Barcellona-Plzen, Inter-Bayern -Gruppo D: Francoforte-Sporting Lisbona (18.45), Tottenham-Marsiglia.

Partono anche Europa League e Conference League

In Europa League la Lazio affronta subito in casa l’avversaria più ostica, il Feyenoord cui è stato vietato la presenza dei tifosi dopo i danni provocati nella sfida di qualche anno fa con la Roma. Più agevole l’inizio dei giallorossi, che affrontano in trasferta i bulgari del Ludogorets, ma dovranno gestire il peso psicologico del tracollo subito ieri a Udine. Tra le altre gare più interessanti, Zurigo-Arsenal, Manchester United-Real Sociedad, Nantes-Olympiacos e Stella Rossa. Monaco. In Conference League, la Fiorentina esordisce coi lettoni del Riga. Tra le altre gare più significative, Villarreal-Lech, Nizza-Colonia e West Ham-Steaua.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook