Sabato, 10 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Foto Sport L'Udinese non si ferma più! Battuto anche il Sassuolo. Il Bologna vince il derby dell'Appennino

L'Udinese non si ferma più! Battuto anche il Sassuolo. Il Bologna vince il derby dell'Appennino

L'Udinese non si ferma più! La squadra di Sottil espugna il Mapei Stadium 1-3 e raggiunge quota 13 punti in classifica ad un solo punto da Milan, Napoli e Atalanta appaiate in testa a 14 punti. A segno Beto (doppietta) e Samardzic. Il Bologna in rimonta vince il derby dell'Appenino battendo in rimonta la Fiorentina 2-1 grazie alle reti di Barrow e Arnautovic (per i viola momentaneo vantaggio di Martinez Quarta). Primo punto per il Monza: i lombardi hanno pareggiato 1-1 a Lecce.

Sassuolo 1
Udinese 3

L’Udinese al Mapei Stadium si prende la quarta vittoria di fila contro il Sassuolo. Finisce 3-1 grazie alla doppietta di Beto e al gol di Samardzic che ribaltano l’iniziale vantaggio di Frattesi. Bianconeri bravi ad approfittare anche della superiorità numerica per oltre un tempo (espulso Tressoldi): la squadra di Sottil sale cosi a 13 punti in classifica, quella di Dionisi resta ferma a 6.

Avvio di gara più intraprendente e convinto da parte dei friulani, che spaventano i padroni di casa con un paio di conclusioni targate Success e Lovric. L’attaccante nigeriano ci riprova anche al 24' in contropiede, sciupando però tutto dopo l’assist di Deulofeu. Superata la mezz'ora sono gli emiliani a passare in vantaggio al primo vero affondo: Ebosse sbaglia, ne approfitta Laurentiè che si avventa sulla sfera e la offre a Frattesi per l’1-0. A ridosso dell’intervallo però il Sassuolo è costretto a restare in inferiorità numerica per il rosso diretto sventolato a Tressoldi, autore di un fallo da ultimo uomo ai danni di Success. Nella ripresa l’Udinese, forte dell’uomo in più, carica a testa bassa alla ricerca del pareggio, che arriva al 75' grazie ad un colpo di testa del neo entrato Beto su cross di Pereyra. Nel recupero i friulani trovano anche il colpo pesantissimo da 3 punti, firmato da Samardzic con un destro a giro all’angolino dove Consigli non può arrivare. Poco dopo c'è spazio anche per la doppietta di Beto che chiude i conti sul 3-1.

Bologna 2
Fiorentina 1

Il Bologna si lascia alle spalle l’esonero di Mihajlovic trovando la prima vittoria in campionato contro la Fiorentina. Al Dall’Ara finisce 2-1 in rimonta grazie alla reti del solito Arnautovic (6 gol ma costretto ad uscire per infortunio) e di Barrow, che ribaltano il momentaneo vantaggio di Martinez Quarta. I rossoblu salgono così a quota 6 punti raggiungendo proprio la squadra di Italiano, alla quinta gara senza successi.

Tanto equilibrio e non tantissime emozioni nella prima parte di gara, con i viola che gestiscono il possesso palla mentre gli emiliani restano in attesa di trovare spazi in ripartenza. Al 19' il primo squillo è di Bonaventura con un mancino a giro che termina alto, poi al 24' ci prova Quarta con un colpo di testa sulla punizione di Biraghi, chiamando Skorupski ad una respinta in corner. Nel finale di frazione si fanno vedere pericolosamente anche i rossoblu, con Soriano che lancia in profondità Arnautovic, fermato in uscita da un provvidenziale Terracciano. In avvio di ripresa arriva il gol ospite che sblocca il match, firmato da Martinez Quarta su assist di Saponara, ma con la complicità della difesa bolognese che lascia sfilare troppo facilmente il pallone nel cuore dell’area. Passano giusto cinque minuti e un altro errore, stavolta di Igor, spalanca a Barrow la strada per firmare facilmente l’1-1 a tu per tu con Terracciano. Il Bologna riprende subito morale e al 62' ribalta tutto con il solito Arnautovic, che mette dentro su assist di Kasius dopo uno scippo ai danni di Quarta. Nel finale la Fiorentina prova in qualche modo a riprenderla, ma resta anche in inferiorità numerica per il rosso a Igor, giusto qualche istante prima del triplice fischio.

Lecce 1
Monza 1

Lecce e Monza impattano nello scontro diretto tra neo promosse, non andando oltre un 1-1 nella sfida che avrebbe potuto garantire il primo successo stagionale per una delle due. Apre Sensi su calcio di punizione, pareggia Gonzalez ad inizio ripresa, così Baroni e Stroppa si mettono in tasca un punto a testa: i giallorossi salgono a 3 punti, i brianzoli invece si sbloccano trovando il primo punto in Serie A.
I biancorossi tentano subito di prendere in mano il comando delle operazioni, mentre i pugliesi si difendono, cercano spazi in ripartenza con la velocità di Banda e Ceesay e provano a far paura anche su palla inattiva. Di grandi emozioni però al 'Via del Marè non ne fioccano e così bisogna superare la mezz'ora per vedere il primo tiro in porta, che di fatto sblocca la gara a favore del Monza. E’ perfetta la punizione calciata da Sensi dai 25 metri, che sorvola la barriera e s'insacca alle spalle di Falcone. Ad inizio ripresa il Lecce la pareggia immediatamente con il neo entrato Gonzalez, bravo ad avventarsi su una respinta di De Gregorio sul cross di Ceesay e a trovare l’angolo giusto per l’1-1. Al 73' i salentini reclamano un rigore per un tocco di mano di Molina in area in occasione di un calcio di punizione: il movimento è dubbio, ma arbitro e Var non ravvisano gli estremi per assegnare il penalty. Nel recupero i giallorossi vanno vicinissimi al colpo da 3 punti ancora con Gonzalez, che stavolta ci prova di testa esaltando i riflessi di Di Gregorio

 

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook