Sabato, 28 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Foto Sport Serata di gala per il Napoli ad Anfield. L'Inter nella tana del Bayern e domani tocca al Milan

Serata di gala per il Napoli ad Anfield. L'Inter nella tana del Bayern e domani tocca al Milan

Otto pretendenti agguerrite per i quattro posti residui, che valgono oro, per gli ottavi di finale della Champions League: le quattro dell’equilibrato girone D (Tottenham, Sporting, Francoforte e Marsiglia), e le promosse delle sfide Milan-Salisburgo e Shakhtar-Lipsia. Le coppe vanno in archivio col sesto turno e poi, complice il mondiale, vanno in vacanza per tre mesi e mezzo. La Champions si congeda anche con altre sfide eccellenti: Liverpool-Napoli per il primo posto, che sembra però saldamente in mano a Spalletti; Bayern-Inter per lo spettacolo; Psg-Juve per evitare agli juventini l’onta di restare fuori anche dalla Europa League; Porto-Atletico per il primato nel girone dei portoghesi a caccia del Bruges. Bayern e Napoli vogliono fare l’en plein di sei successi, evento accaduto solo dieci volte (già due volte per i bavaresi). Fra le italiane solo il Milan c'era riuscito, nel 1992-93. Il Napoli vuole anche ribadire il suo scettro di super attacco (20 gol segnati, Bayern a -4, Liverpool a -5 e Psg a -6). Inghilterra e Germanania possono avere 4 squadre agli ottavi, Italia e Portogallo 3, Spagna ferma a 1. Volata nella classifica marcatori: guidano Mbappè e Salah con 6, seguono Lewandowski e Haaland a 5. Messi, a 4, pensa agli 11 che gli mancano per agguantare Ronaldo nella classifica assoluta. La fatica si accumula: arrivano col fiatone, e un ko in campionato, fra le altre, Liverpool, Chelsea, Atletico, Francoforte. Si aggiungono anche Leverkusen e Siviglia, che sono precipitate al terz'ultimo posto in Bundesliga e in Liga. Chiudono i battenti anche le altre due coppe. In Europa League la Lazio per passare ha bisogno di un punto a Rotterdam, la Roma deve battere in casa il Ludogorets. In Conference la Fiorentina è già passata ma per arrivare prima deve fare un risultato migliore del Basaksehir, che è in vantaggio negli scontri diretti.

GRUPPO A: big match ad Anfield col Liverpool che per scavalcare il Napoli dovrebbe vincere con quattro gol di scarto. Il Napoli continua a volare (50 gol in stagione) e i Reds sembrano in affanno. E’ l’esame di maturità per il gruppo di Spalletti nel tempio dei Reds. I Rangers intanto provano a soffiare il terzo posto all’Ajax.

GRUPPO B: Il Porto deve vincere col malridotto Atletico di Simeone e, per finire primo, deve sperare che il Bruges non vinca a Francoforte. Se gli spagnoli perdono rischiano di restare fuori anche dalla Europa League. Ai tedeschi basterebbe infatti un pari per scavalcarli.

GRUPPO C: Verdetti acclarati, ma l’Inter, tornata competitiva con Barella, Mkhtarian e Dzeko, prova a vendicarsi per lo 0-2 dell’andata. Il Bayern (6-2 col Magonza) è una macchina da gol, Inzaghi deve fare nuovamente a meno di Lukau. Il deludente Barca chiude in casa del Plzen. -

GRUPPO D: Tutto in 90'. Il Tottenham di Conte (che recrimina per il gol annullato nel recupero con lo Sporting) è in esiguo vantaggio ma può sperare anche in un pari in casa del Marsiglia di Tudor, a cui serve invece vincere in una gara senza appello. Aria di spareggio anche tra Sporting e Francoforte, a pari punti, coi portoghesi favoriti dopo il 3-0 dell’andata.

GRUPPO E: Il super Milan di Pioli e Leao ha il pallino in mano per la qualificazione da seconda, ma la brutta gara col Toro interrompe un periodo di vena felice. Deve fare almeno un punto in casa con una compagine brillante come il Salisburgo. Ogni altro risultato sarebbe una grossa sorpresa. Il Chelsea, in crisi in Premier, chiude da primo con la Dinamo Zagabria.

GRUPPO F: Lo Shakhtar prova a regalare una piccola parentesi di serenità al martoriato popolo ucraino. Se batte il Lipsia lo scavalca e si qualifica avendo stravinto la gara d’andata. Il Real ospita il Celtic per certificare il primo posto.

GRUPPO G: gerarchie consolidate, col Man City di Guardiola che chiude ospitando il fallimentare Siviglia mentre il Dortmund è impegnato a Copenaghen.

GRUPPO H: spettacolare sfida al Parco dei Principi. Messi, Mbappè e Neymar continuano a segnare a raffica e la Juve vuole salvare la faccia dopo l’eliminazione, ma Allegri ha una dozzina di giocatori indisponibile. Il terzo posto sembra garantito dal +4 nella diffferenza-reti col Maccabi Tel Aviv che ospita il Benfica. Il primo posto, a parità di risultati coi portoghesi, dovrebbe andare al Psg che parte da una differenza-reti di +6. .

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook