Martedì, 10 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Tutti i segreti tecnici e industriali degli ibridi di PSA

ROMA - Per rispondere a un mercato in transizione e arrivare alle prime versioni ibride nella gamma PSA, le DS 3 Crossback E-Tense e DS 7 Crossback E-Tense, a fianco delle Peugeot 508 e 508 SW Hybrid e la 3008 Hybrid4 annunciate oggi, il Gruppo PSA ha scelto di percorrere un cammino - spiega Frédéric Laganier, direttore della strategia industriale PSA - che ''si basa su due punti forti, le piattaforme modulari e la flessibilità dei siti di produzione. In tal modo i nostri clienti potranno scegliere tra una vasta gamma di prodotti''. Le piattaforme su cui i progettisti di PSA hanno sviluppato questi due primi modelli 'elettrificati' sono la CMP e la EMP2 in grado di essere utilizzate sulla stessa linea di produzione per realizzare versioni termiche, elettriche o ibride. In particolare la seconda (la EMP2, una sigla che sta per Efficient Modular Platform) è dedicata ai modelli compatti e premium (berline, multispazio per il tempo libero, suv e veicoli commerciali leggeri) ed è stata lanciata per le modelli con motorizzazione termica nel 2013 in Europa e nel 2014 in Cina, in sostituzione della precedente BVH2. Per funzionare in modalità ibrida, il veicolo presenta diverse evoluzioni rispetto alla versione termica. La sfida superata dagli ingegneri PSA consisteva nell'integrare tutti i sistemi elettrici e meccanici senza avere un impatto sulle prestazioni dei modelli che adottano la tecnologia ibrida. La piattaforma utilizza un motore benzina 4 cilindri 1.6L PureTech da 200 Cv (produzione presso La Francaise de Mécanique, sito di Douvrin) e un motore elettrico dotato di una potenza di 80 Kw (pari a 110 Cv) integrato nel cambio automatico a 8 rapporti EAT8 e il progetto è stato sviluppato per offrire un design compatto - grazie all'architettura modulare - con un incremento dello sbalzo soli + 3,5 cm sull'avantreno rispetto a una versione termica e, al tempo stesso, la massima facilità di assemblaggio in modo che venga utilizzato lo stesso processo per una versione ibrida o termica. L'efficienza industriale è ottimale perché gli ibridi prodotti sulla piattaforma EMP2 hanno l'architettura posteriore comune (retrotreno, serbatoio, batteria).

Sono stati realizzati alcuni adattamenti per assicurare una compatibilità termica/ibrida per la presenza di elementi supplementari (batteria, motore elettrico, sistema di raffreddamento dedicato, ecc.) o di componenti modificati come assale posteriore, serbatoio carburante, impianto di scarico. Altri elementi specifici degli ibridi, sono i dispostivi di confort termico che funzionano con corrente a 300 Volt, cioè il riscaldamento e il compressore elettrico della climatizzazione entrambi con potenza di 5 kW.L'elettrificazione dei futuri modelli PSA prevede l'impiego di una batteria agli ioni di litio da 300 V ad alta tensione posizionata sotto i sedili posteriori, che differisce a seconda della tipologia del veicolo. Nei suv a 4 ruote motrici ha un'energia 13 kWh e una potenza di 90 Kw, dato che deve alimentare i motori delle ruote anteriori e posteriori. Nelle berline e station wagon a 2 ruote motrici la batteria ha energia di 12 kWh e potenza di 80 Kw e, in questo caso, viene alimentato solo un motore quello delle ruote anteriori. Da notare che nei modelli PSA a 4 ruote motrici, il motore elettrico supplementare è integrato in un nuovo retrotreno a bracci multipli 'elettrificato' che comprende, oltre al propulsore elettrico, un riduttore e un invertitore. Questo nuovo retrotreno a bracci multipli - privo però della parte 'elettrificata' - sarà presente anche nei modelli PSA con due sole due ruote motrici. Altro elemento caratterizzante dei modelli ibridi è il sistema di frenata a recupero di energia ad assistenza elettrica (denominato i-booster ) che permette ai motori di recuperare l'energia in frenata e decelerazione. Dal punto di vista della produzione, nella prima fase saranno i siti di Sochaux, Mulhouse, Rennes in Francia e di Eisenach in Germania a produrre la prevista gamma di modelli con tutte le alternative di propulsione. Nel dettaglio Sochaux è dedicata alle versioni tecniche e a quelle ibride di Peugeot 3008 e Opel Grandland X, cosa che avviene aMulhouse per DS 7 Crossback (compresa dunque la variante E-Tense E 4x4) e alle nuove Peugeot 508 e 508 SW. A Rennes si realizzerà la Citroen C5 Aircross anche elettrificata e la stessa cosa avverrà aEisenach per Opel Grandland X.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook