Martedì, 10 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Nuovo Renault Captur cresce anche grazie a Nissan e Mercedes

Motori
© ANSA

(ANSA) - ROMA, 26 SET - Tutto pronto, ormai, per il debutto della nuova generazione di Renault Captur, uno dei modelli di maggiore successo della Losanga ma ora 'penalizzato' da una concorrenza - nel segmento dei B-suv e B-crossover - sempre più aggressiva. In vista del lancio che è previsto, come segnala Autocar, nell'estate del prossimo anno, Renault sta ultimando la messa a punto di Captur 2 sulle strade della Spagna, visto che la base produttiva di questo modello è appunto a Valladolid ed alcuni prototipi mimetizzati con gli adesivi optical permettono comunque di confrontare la realtà del nuovo modello con le ricostruzioni grafiche fatte nei mesi scorsi. Punto di partenza per Captur 2 sarà la quinta generazione della Renault Clio, sulla cui piattaforma CMF-B Evo verrà appunto realizzato il crossover della Losanga che promette - grazie anche alla condivisione di elementi e tecnologie con il partner Nissan - un vero balzo in avanti nei livelli tecnologici. Leggermente più lungo rispetto all'attuale, Captur 2 dovrebbe infatti offrire evoluti sistemi di assistenza alla guida (non esattamente definibile 'autonoma' ma capaci di sostituire il pilota nelle situazioni di rischio) che saranno mutuati dal ProPilot della Nissan. Ci sarà anche una nuova gamma motori, con i turbo benzina 1.0 e 1.3 (quest'ultimo sviluppato e condiviso con l'altro partner dell'Alleanza, la Mercedes, che lo utilizza nella Classe A) e con una versione evoluta e più 'pulita' del diesel 1.5.

Prevista in una seconda fase - si parla del 2020 - anche una variante ibrida plug-in del Captur con motore a benzina e una mild hybrid 48 Volt del diesel. Nel 2022, grazie all'utilizzo della inedita piattaforma di Clio, Captur potrebbe essere proposto anche come EV 100% a batteria, ma l'azienda ne sta ancora valutando la fattibilità industriale.

Il layout inedito della piattaforma, oltre a fornire un maggiore spazio interno, ha dato l'opportunità ai progettisti Renault di migliore anche il disegno e le dotazioni dell'abitacolo. Come anticipa Autocar, il nuovo Captur dovrebbe proporre un display centrale verticale - derivato da quello di Espace e Scenic - di dimensioni ancora maggiori, ispirato a quello delle Tesla. Questa soluzione dovrebbe essere la base per gli sviluppi dei servizi a bordo e della connettività, sicuramente più funzionali e più estesi grazie anche all'accordo siglato da Renault con il colosso Google. (ANSA)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook