Martedì, 10 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Renault, al via car sharing elettrico 'Corrente' a Bologna

ROMA - Renault presenta a Bologna il servizio di car sharing 100% elettrico 'Corrente'. L'iniziativa, che partirà il prossimo 27 ottobre, prevede l'impiego di 240 Renault Zoe entro Pasqua 2019.

Presentato in sinergia con Tper (Trasporto Passeggeri Emilia Romagna), il car sharing elettrico partirà inizialmente con una flotta di 120 vetture Zoe che si raddoppierà nell'arco di circa sei mesi. Da lunedì prossimo, sarà possibile per i futuri utenti, registrarsi sulla piattaforma online (www.corrente.bo.it) o scaricare la App su Play Store o Apple Store.

Alle Zoe del car sharing Corrente sarà consentito l'accesso alle zone a traffico limitato (ZTL) del Comune di Bologna (ad eccezione delle aree pedonali) e sulle corsie preferenziali, nonché la gratuità della sosta sulle strisce blu, negli stalli bianchi per i residenti e nei posti auto riservati al car sharing. Dal portale o dalla app, il cliente potrà visualizzare sulla mappa le auto disponibili più vicine alla propria posizione o ad un altro indirizzo d'interesse e la prenotazione potrà essere effettuata anche con poco anticipo rispetto alla fase di fruizione ('prelievo on demand'). Dal momento della prenotazione, si avranno a disposizione 15 minuti per raggiungere l'auto e il pagamento, per i soli minuti di effettivo utilizzo, avverrà in modo semplice e sicuro attraverso la propria carta di credito. Fino al 31 dicembre 2018, sarà in vigore una speciale tariffa di lancio di 20 centesimi al minuto, tariffa che dal 2019, sarà applicata anche agli abbonati annuali Tper; numerose, inoltre, le forme di convenzione già in fase di sottoscrizione con le imprese e operatori pubblici e privati.

I veicoli disponibili si troveranno su aree pubbliche o in parcheggi dedicati messi a disposizione nell'area di operatività del servizio, di 45 km quadrati, all'interno della quale il cliente potrà iniziare e terminare la corsa. La ricarica elettrica dei veicoli sarà a cura del gestore del servizio che monitorerà in tempo reale l'autonomia residua in ciascuna Zoe, intervenendo puntualmente quando necessario.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook